Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rubriche

Lazio, il Tacco di Socrates: “Tra quarto posto e Conference, io ho scelto…”

Vittoria o piazzamento? Un dubbio amletico figlio del nostro tempo, che riduce tutto a una questione di denaro

Di Sandro Di Loreto

Quarto posto o Conference League, questo è l’amletico dubbio che ci avvolge in un insolito fine anno senza Lazio. Confesso di essere caduto in tentazione, fino al momento in cui mi sono posto la stessa domanda con parole differenti: piazzamento o vittoria?

I dubbi si sono dissolti ed ho scelto senza tentennamenti: vittoria! Ci hanno talmente ipnotizzati, sedotti, riconfigurati, al punto di farci credere, o quel che è peggio sentire, che sia meglio competere per non vincere, per arrivare dietro ad altri, piuttosto che essere davanti a tutti, anche se in una competizione umile.

Si compete per vincere, non per piazzarsi, poi se non si vince ci si accontenta del miglior piazzamento possibile, ma ci si accontenta. Snobbare la vittoria in Conference League è un atteggiamento figlio del nostro tempo, che ha smarrito la bellezza nascosta nelle cose semplici, umili, povere. Tutto è ridotto ad una questione di denaro. Il prestigio, il successo, la notorietà… la felicità. La bellezza delle cose sta nei nostri sguardi. E non sarebbe bello vedere Immobile alzare un trofeo?

7 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

7 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Quella splendida maglia Umbro e quel numero 11 sulla schiena. Ricordi indelebili della mia adolescenza. Beppe per sempre nel mio cuore."

Immobile da record: superato Inzaghi in Europa

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da Rubriche