Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Lazio, la cura Sarri ha effetto sulla difesa: mai così bene dal 1990/91

Lazio, la difesa dà ottimi segnali di ripresa

La Lazio nel corso dell’ultima finestra di calciomercato ha rivoluzionato il proprio reparto difensivo, salutando Strkosha, Reina, Luiz Felipe e Acerbi, e accogliendo Maximiano, Provedel, Casale, Gila e Romagnoli. Il lavoro di Sarri sulla difesa è maniacale e questa totale rivoluzione del reparto lasciava pensare a qualche difficoltà iniziale, ma così non è stato. Dopo 7 giornate di campionato, alla prima sosta delle nazionali, i biancocelesti sono la seconda miglior difesa con 5 gol subiti (gli stessi del Napoli capolista), dietro solo all’Atalanta con 3.

L’anno scorso, a questo punto della stagione, i gol subiti erano già 12. Il dato è incredibile, il migliore da 32 anni: nella stagione 1990/91 ne furono 4. La cura Sarri inizia a dare i primi frutti e si vede; il suo gioco viene sempre descritto come ‘offensivo’, ma in realtà anche la difesa viene preparata a dovere.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Immobile da record: Ciro a -1 dalla top 10 assoluta dei marcatori in A

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "È stato e sarà per sempre il più grande goleador del mondo e segna sempre lui, e segna sempre lui, si chiama Beppe Signori, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da News