Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Lazio, Immobile: “Lavoro sempre per migliorarmi. Si vince e si perde tutti insieme”

Lazio, le parole di Immobile nel post gara di Cremona.

Ciro Immobile, autore di una doppietta contro la Cremonese, è intervenuto ai microfoni di Dazn. Ecco le sue dichiarazioni: 187 gol in Serie A? Nella mia testa c’è la volontà di migliorarsi e di fare il massimo in ogni partita. Grazie ai miei compagni sto raggiungendo cifre importanti. Io sono uno che guarda poco i numeri e penso solo a migliorarmi. C’era tanta delusione dopo la partita in Europa che abbiamo sottovalutato. Oggi non era la partita della riscossa, ma della conferma della nostra crescita. Quello che è accaduto in Europa non deve succedere perché è già successo l’anno scorso. Tra l’altro non era scontata la vittoria di oggi perché siamo stati in ritiro in trasferta e lontani dai nostri cari. Riferimento a Sarri sul germe? Forse ha parlato a caldo nel post gara, però si riferiva ai cali di tensione che abbiamo ogni tanto. Non si riferiva a nessuno in particolare. Si vince e si perde tutti insieme. Quando la squadra gira e ti mette nelle condizioni di avere 4-5 occasioni a partita è bello. Poi devi sempre mettere la palla dentro la porta. Mio padre mi dice che è sempre difficile fare gol in ogni categoria. Poi i miei figli sono ancora piccoli, ma più in là capiranno cosa ho ottenuto a livello sportivo. Se voglio un vice? Soprattutto per gli ultimi 20 minuti (ride ndr). Potevo segnare ancora nel secondo tempo, ma avevo le gambe pesanti e sentivo la porta più piccola. In più il campo era un po’ secco. Abbiamo fatto un ottimo primo tempo Mancini? Col c.t. è tutto a posto e sono felice per Ivan (Provedel) per la sua prima convocazione in Nazionale”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Immobile da record: Ciro a -1 dalla top 10 assoluta dei marcatori in A

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "È stato e sarà per sempre il più grande goleador del mondo e segna sempre lui, e segna sempre lui, si chiama Beppe Signori, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da News