Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Giudice sportivo, niente squalifica per il dito medio di Sarri

Il giudice sportivo grazia Sarri per il dito medio rivolto al dirigente dell’Hellas sabato sera all’Olimpico.

Graziato Sarri. Niente squalifica da parte del giudice sportivo per il dito medio rivolto dal tecnico della Lazio a un dirigente dell’Hellas Verona durante il match di domenica sera. Il tutto è scaturito da un fraintendimento tra i due, che poi si sono parlati e hanno chiarito la vicenda negli spogliatoi, senza dare adito ad ulteriori strascichi.

Scatta però la diffida per il mister biancoceleste, che ha ricevuto il quarto giallo (in 6 partite). Alla prossima sanzione, la squalifica sarà automatica. Puniti invece con una giornata di stop, da scontare in questo week-end Allegri, Spalletti e Baroni. Per il mister della Juventus anche un’ammenda da 15mila euro. Stangata su Giampaolo, fermato addirittura per due turni per aver “proferito e reiterato plurime espressioni insultati” verso il direttore di gara.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Immobile da record: Ciro a -1 dalla top 10 assoluta dei marcatori in A

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "È stato e sarà per sempre il più grande goleador del mondo e segna sempre lui, e segna sempre lui, si chiama Beppe Signori, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da News