Resta in contatto

News

Lazio, Sarri: “Maximiano ha chiesto scusa. La conduzione dell’arbitro non mi è piaciuta”

Arrivano le parole di mister Maurizio Sarri nel post gara di Lazio – Bologna. Il mister ha parlato anche in conferenza stampa.

Maurizio Sarri è soddifatto dei suoi uomini. Dopo la vittoria in rimonta contro il Bologna il mister ha parlato ai microfoni di Lazio Style, di DAZN e di Sky Sport commentando così il 2-1 in rimonta e la prestazione dei singoli e del gruppo:

Più di tutti mi è piaciuto il clima dell’Olimpico e poi l’atteggiamento dei ragazzi. Sembrava una partita stregata, ma ci siamo rimasti dentro e l’abbiamo rimessa a posto. Sono soddisfatto per diversi fattori. La più grossa preoccupazione era di dover fare 90 e più minuti in 10 contro 11. In questo tipo di situazione bisogna anche un po’ improvvisare. A parte alcuni momenti nel primo tempo, ho visto comunque i ragazzi restare in partita. Nell’intervallo ci siamo parlati, eravamo in 30 tutti seduti e ci siamo detti che dovevamo essere convinti tutti di poterla ribaltare con la giusta serenità mentale.

Già nel finale di stagione scorsa ero soddisfatto. Ora dobbiamo puntare ad essere così, continui mentalmente, fino alla fine. I nuovi acquisti li ho visti bene, mi dispiace solo non aver potuto far esordire Marcos Antonio davanti a questo pubblico. Oggi Luis Alberto è entrato in un ruolo non suo, ma piano piano sta tornando a sentirsi uno di noi e ha fatto un ingresso importante nel match. E quando c’è predisposizione al sacrificio da parte di tutti puoi fare cose impensabili“.

Il mister è intervenuto poi in conferenza stampa:

La partita è stata difficile, con tanti episodi contro. Sono soddisfatto della tenuta fisica e del carattere mostrato, perchè siamo rimasti in partita e appena c’è stato un episodio buono per noi lo abbiamo sfruttato. Non mi è piaciuto però come l’arbitro ha condotto la partita. Ho protestato parecchio ma, non ricordo cosa gli ho detto. Ma in tanti momenti la conduzione non mi è piaciuta.

I titoli di giornale basta non leggerli. Anche l’anno scorso ci davano indietro e alla fine siamo andati bene.

Oggi ho visto un carattere in campo che prima si era visto raramente. Romagnoli ha faticato un po’, soprattutto nel finale, ma è normale. Tecnicamente mi piace e penso possa diventare un punto di riferimento. In generale però gli ingressi di tutti sono stati di alto livello. Anche Hysaj l’ho visto in crescita, così come Vecino. Mi ha sopreso Cancellieri che sta facedo un percorso per giocare in più ruoli: ha l’attacco della profondità innato.

Maximiano ha chiesto scusa a tutti. Non so se si è reso conto che fosse oltre la linea, ma il suo è evidentemente un errore. In ogni caso, le mie scelte future non saranno in base al singolo errore“.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Immobile da record: Ciro a -1 dalla top 10 assoluta dei marcatori in A

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "È stato e sarà per sempre il più grande goleador del mondo e segna sempre lui, e segna sempre lui, si chiama Beppe Signori, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da News