Resta in contatto

Le Cardopagelle

Lazio – Bologna, le Cardopagelle: sicurezza Provedel, Ciro mare di gol

Lazio – Bologna, i voti e le pagelle dei biancocelesti a cura del direttore Giulio Cardone…

Maximiano 4

Tradito dall’emozione, diciamo, fa una sciocchezza che probabilmente gli costerà il posto da titolare, vista la grande partita del concorrente Provedel. Bello l’applauso dell’Olimpico quando ha lasciato il campo. Forza ragazzo, ti riscatterai presto. E poi il tuo errore mica è stato decisivo, no?

Lazzari 8

Speedy Gonzalez è il migliore in campo: incontenibile sulla sua fascia, fa espellere Soumaoro e provoca il gol del pareggio. Questa vittoria è molto sua. Maturato in modo definitivo, è l’arma in più della Lazio.

Patric 7

Ormai padrone del ruolo, lo spagnolo dimostra già una buona intesa con Romagnoli. Ci è piaciuto nel faccia a faccia con Medel. Applausi.

Romagnoli 7,5

Poteva essere tradito dall’emozione del debutto con la maglia tanto sognata e nel suo stadio, invece gioca una partita da leader vero: lucido e sicuro, sembra già a suo agio con gli schemi di Sarri. Esordio davvero confortante, bravo Alessio.

Marusic 6,5

Qualche affanno nel primo tempo, ma nella ripresa spinge con continuità senza far mancare un solido apporto difensivo.

Milinkovic 7

Giù di condizione, riesce a essere decisivo lo stesso con l’assist da numero 10 a Ciro: resta con noi Sergej eh, non fare scherzi.

Cataldi 6

Non facile dirigere l’orchestra quando ha un uomo in meno: è bravo, Danilo, a tenere compatte le due linee del 4-4-1 dopo l’espulsione di Maximiano.

Basic s.v

Felipe Anderson 6+

Scatta, sgomma, rientra, contrasta: formidabile il lavoro del Pipe, ma da lui ci si aspetta il guizzo decisivo che stavolta non c’è stato.

Immobile 9

Un mare di gol, da perdere la testa. Sono 183 in Serie A, esattamente come le reti realizzate con la Lazio. Da quando è in biancoceleste, ha sempre segnato nella prima partita ufficiale della stagione. Godiamocelo, laziali, che questo qui è un fenomeno unico.

Zaccagni 6-

Ingenuo il fallo da rigore, in ritardo la condizione: visto che Pedro non ci sarà neanche a Torino, è importante che Mattia la ritrovi al più presto.

Sarri 8

Coraggio nelle scelte nei momenti cruciali: fuori Basic e non un attaccante quando siamo rimasti in 10, dentro Luis Alberto quando serviva la rimonta. Puntualmente arrivata. La difesa si muove molto meglio, si vede che i suoi insegnamenti stanno arrivando a destinazione. E questa squadra ha dimostrato il carattere che il Comandante pretende.

Provedel 7,5

Lui emozione zero, proprio. Partita perfetta, tra i pali (miracolo su De Silvestri) e soprattutto con i piedi: Sarri non ha sbagliato a volerlo a tutti i costi.

Hysaj 6

Ha tenuto la posizione e giocato con ordine. Non merita i fischi, io ripeto che bisogna smetterla di fischiare chi veste la maglia della Lazio.

Luis Alberto 6+

Coraggioso Sarri a consegnargli la regia in un momento decisivo della partita: con lui in campo arriva la rimonta, anche se il suo contributo non ha rubato gli occhi. Però è di nuovo dentro la Lazio, quell’adorabile matto del Toque.

Vecino 6+

Tutta sostanza, sarà presto titolare.

Cancellieri 7

Ha impressionato per fisico, velocità, tecnica, determinazione, coraggio nelle giocate e quindi personalità. E ha tenuto la palla lontana dalla zona pericolosa. Pochi minuti, ma abbaglianti.

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Immobile da record: Ciro a -1 dalla top 10 assoluta dei marcatori in A

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "È stato e sarà per sempre il più grande goleador del mondo e segna sempre lui, e segna sempre lui, si chiama Beppe Signori, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da Le Cardopagelle