Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Lazio, pace fatta con Luis Alberto ma col Bologna c’è Basic in vantaggio

Lazio, tregua con il mago. Basic può partire dal 1′

L’estate di Luis Alberto è stata fin qui molto movimentata, inizialmente sembrava destinato alla cessione mentre ora ha firmato una tregua. La sua voglia di ritornare in Spagna, al Siviglia, non è stata accontentata dal ds Monchi che ha preferito lo svincolato Isco. La richiesta di 25 milioni da parte di Lotito è stato un ostacolo importante per lui, nessuna è intenzionata ad offrire quella cifra. In seguito al ritiro tedesco, Luis si è trattenuto in patria per alcuni problemi di salute che hanno lasciato qualche dubbio a molti. Il giocatore adesso e a Formello che si allena con la squadra, ieri in partitella al fianco di Cataldi e Milinkovic, ma non è da escludere un pugno duro della società come visto l’anno scorso ad Empoli. In campo potrebbe esserci Basic, col sergente e Marcos Antonio, autore di un buon pre campionato e in rampa di lancio.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Immobile da record: Ciro a -1 dalla top 10 assoluta dei marcatori in A

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "È stato e sarà per sempre il più grande goleador del mondo e segna sempre lui, e segna sempre lui, si chiama Beppe Signori, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da News