Resta in contatto

News

Lazio, Repubblica: “Le sorprese del ritiro, Basic e Romero”

Lazio, tra conferme e sorprese ad Auronzo: Basic e Romero hanno stupito tutti

”Le sorprese del ritiro, Basic e Romero”. Scrive questo oggi Repubblica, che analizza le due settimane di ritiro ad Auronzo della Lazio. Tra le conferme dei big e la scoperta dei nuovi acquisti, Basic e Romero sono state le due grandi sorprese estive.

“Entrambi hanno stupito, mostrando evidenti segnali di crescita all’inizio della loro 2a stagione alla Lazio. Chi li ha visti da vicino non ha dubbi: “Sarà il loro anno”. Basic, che ha giocato poco per la folta concorrenza a centrocampo, ha salutato Auronzo con 4 gol, ma soprattutto lasciando la sensazione di poter insidiare giocarsi di più le sue carte come intermedio sinistro: a maggior ragione se Luis Alberto dovesse andare al Siviglia e a Formello dovesse arrivare Ilic del Verona, bloccato per 13 milioni più bonus pagabili in 3 anni. Scalpita anche il baby Romero, classe 2004, che Sarri ha utilizzato soprattutto verso la fine del campionato. I progressi sono evidenti, i tifosi sono estasiati come e i compagni. «Sarà la scommessa, giocherà di più», hanno detto in coro Cataldi e Marusic. L’argentino ha definitivamente scalzato nelle gerarchie Raul Moro, finito ormai nella lista dei cedibili”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Gli vorrò per sempre bene, il il mio idolo calcistico, il grande, l'insuperabile Beppe Gool, e segna sempre lui e segna sempre lui, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."

Immobile da record: Ciro stacca Quagliarella e punta la top 10 assoluta dei marcatori in A

Ultimo commento: "Unico solo intramontabile Ciro! Grazie di esistere"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da News