Resta in contatto

News

Lazio, Zaccagni in conferenza stampa: “Rosa più ampia e più forte dello scorso anno. Voglio la doppia cifra”

Ultima conferenza stampa da Auronzo di Cadore. Davanti ai microfoni questo pomeriggio si è presentato Mattia Zaccagni.

Quarta e ultima conferenza stampa da Auronzo di Cadore. Alle 16:45 davanti ai microfoni si è presentato Mattia Zaccagni per tirare le somme di questo ritiro. Queste le parole dell’ala della Lazio:

Sono arrivato qui alla Lazio con la testa giusta, è stato uno step importante per me l’anno scorso. Sapevo più o meno cosa mi aspettava, che dovevo sempre stare sul pezzo in allenamento e in partita. È stato un anno molto positivo per me, ma sono consapevole di poter dare molto di più. Per raggiungere grandi obiettivi bisogna guardare i piccoli dettagli e il mister in questo è molto bravo. Dopo un anno con lui sappiamo tutti che possiamo dare di più dell’anno scorso. Personalmente vorrei raggiungere la doppia cifra l’anno prossimo, ma ovviamente bisogna lavorare tanto per riuscirci. E comunque, prima di guardare i miei gol, devo pensare ad aiutare la squadra a fare i punti.

Sicuramente ci siamo rinforzati rispetto all’anno scorso, con gli ottimi giocatori che sono arrivati. Cancellieri e Casale li conoscevo già da quando eravamo insieme al Verona, sono bravi ragazzi, hanno talento e tanta voglia di lavorare. Secondo me sono stati degli ottimi acquisti.

Il mister mi chiede di attaccare di più la porta quando la palla arriva dalla parte opposta. L’ho già fatto l’anno scorso e ora cercherò di farlo ancora meglio. Questo sarà sicuramente sarà un campionato atipico per tutte le squadre. Abbiamo ampliato la rosa, quindi non vedo possibili problemi di rotazioni da questo punto di vista. Quest’anno poi per me è stato molto importante fare il ritiro con il mister da subito e con tutta la squadra. L’estate scorsa sono arrivato l’ultimo giorno di mercato e avevo lavorato con un allenatore che giocava un calcio completamente diverso. Con il lavoro e la testa giusta però sono riuscito subito ad inserirmi nel gruppo“.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Gli vorrò per sempre bene, il il mio idolo calcistico, il grande, l'insuperabile Beppe Gool, e segna sempre lui e segna sempre lui, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."

Immobile da record: Ciro stacca Quagliarella e punta la top 10 assoluta dei marcatori in A

Ultimo commento: "Unico solo intramontabile Ciro! Grazie di esistere"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da News