Resta in contatto

News

Lazio, Marusic: “Sempre bello venire ad Auronzo. Con il Mondiale a novembre, dobbiamo essere pronti”

Lazio, Adam Marusic è intervenuto ai microfoni di LSR al termine della seduta mattutina di allenamento.

Ecco le sue dichiarazioni: Sempre bello venire qui, si lavora tanto. Dobbiamo continuare così. Questo periodo come sempre si lavora molto, due volte al giorno, ci serve per tutta la stagione. Cambia perché c’è il Mondiale a novembre, ci sono tante partite e dobbiamo essere pronti”.

RUOLO – “Questi cinque anni ho cambiato tanto. Sia a destra che a sinistra non cambia tanto, sceglie il mister e devo essere pronto. Cambio modulo? All’inizio era un po’ difficile, nei primi tre mesi, avendo cambiato assetto. Negli ultimi sei mesi siamo migliorati tanto, ma dobbiamo continuare a crescere. Io provo a dare tutto, poi vedremo i risultati. Per me è importante essere al meglio per giocare il più possibile. Con i nuovi del reparto? Mi trovo bene, penso che per loro sia più difficile. Serve pazienza e tempo, poi andrà tutto bene”.

COMPAGNI – “Ci sono tanti ragazzi giovani e i nuovi acquisti che sono davvero forti. Se devo dire un nome faccio quello di Luka Romero, penso che possa giocare più dell’anno scorso. Foto che ti porti dello scorso anno? La vittoria contro la Roma al derby. Spero di segnare qualche gol in più, lo scorso anno solo una volta, spero di andare più in avanti e sognare altri gol”.

TIFOSI – “Davvero bellissimo vedere la gente qui. Sempre bello vederli durante gli allenamenti, come sempre sono venuti in tantissimi. Su Immobile? Ogni anno fa il massimo, segna sempre più di 20 gol. Anche quest’anno farà tanti gol, anche perché è troppo importante per noi”.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Gli vorrò per sempre bene, il il mio idolo calcistico, il grande, l'insuperabile Beppe Gool, e segna sempre lui e segna sempre lui, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da News