Solo La Lazio
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Stadio Flaminio, Onorato (ass. Sport): “No a fondi PNRR per lo stadio della Lazio”

L’assessore allo Sport di Roma Capitale ha rilasciato alcune dichiarazioni alla Gazzetta dello Sport riguardo lo stadio Flaminio.

Lo stadio Flaminio non sarà riqualificato con i soldi del PNRR. Ha dirlo è Alessandro Onorato, assessore ai Grandi Eventi, Sport e Turismo del comune di Roma, in un’intervista alla Gazzetta dello Sport. Nei mesi scorsi si era tornati a parlare della possibilità che l’impianto venisse preso dalla Lazio per farne la sua nuova casa. Ipotesi che ora rasenta l’impossibile:

Saremmo ben contenti di ricevere una proposta concreta dal club che riporti lo stadio alla sua vocazione naturale, proposta che finora dai biancocelesti non è mai arrivata. Non abbiamo ritenuto fosse opportuno utilizzare i fondi pubblici per il Flaminio, perché qui devono essere gli investitori a fare la loro parte. Non ci sembra giusto usare i soldi pubblici per fare, ad esempio, lo stadio della Lazio“.

Subscribe
Notificami
guest

3 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Val
Val
1 anno fa

Aldilà del fatto che Lotito —giustamente dal suo punto di vista— voglia fare lo stadio sui terreni di sua proprietà (che però non sono edificabili) con annesso progetto di edilizia residenziale e commerciale, così come è proposto l’affare Flaminio dal Comune non è appetibile per nessuno che abbia un briciolo di senso imprenditoriale.

Si tratta di un rudere con non ben chiari vincoli architettonici che rendono estremamente fumoso qualsivoglia progetto si ipotizzi di realizzarvi. Manca la minima chiarezza da parte del Comune sui permessi inerenti la struttura: parcheggi? Copertura? Area prefiltraggio e conseguente capienza definitiva dell’impianto?

L’assessore Onorato non solo di sua spontanea volontà non ha mai fatto chiarezza su punti questi fondamentali e concreti, ma ancora devo sentire una intervista che sia una che gli ponga delle domande al riguardo… mi sembra il classico giochetto politico, in cui questi personaggi riescono a sguazzare ed orientare l’opinione pubblica come meglio credono.

Nel frattempo il Flaminio continua a deteriorarsi, e questa è invece una responsabilità ben chiara del Comune, non certo di un potenziale acquirente.

Quindi i soldi pubblici in teoria —ed alla fine anche in pratica quando inizieranno i primi cedimenti strutturali— comunque ci andranno a finire.

Aquila 68
Aquila 68
1 anno fa

Lo stadio Flaminio è un patrimonio architettonico del Paese in quanto porta la firma di uno dei più grandi progettisti del 900. Fosse stato destinato a qualcun altro non avremmo letto queste dichiarazioni. La legge non è uguale per tutti in Italia..a Roma poi non ne parliamo.

Fabrix
Fabrix
1 anno fa

Infatti. Amesso che i soldi arrivino, e ci sono serissimi dubbi, per restaurare borghi fatiscenti e deserti i soldi ci sono

Articoli correlati

Il presidente della Lazio ha parlato dell’episodio Ndicka. La Roma recupererà la partita contro l’Udinese...

Dal Network

Closing in vista con Orienta Capital Partners che acquisterà una quota superiore al 60% del...

  Gli USA pronti a ospitare le 32 squadre da tutto il mondo Nell’estate del...

È un Gian Piero Gasperini molto soddisfatto quello che analizza il successo scoppiettante della sua...

Altre notizie

Solo La Lazio