Resta in contatto

Giulio Cardone

Lazio – Hellas Verona, le Cardopagelle: Felipe show, Kamenovic buon esordio

Lazio – Hellas Verona, i voti e le pagelle dei biancocelesti a cura del direttore Giulio Cardone…

Strakosha 6-

Tre gol e tanti passaggi sbagliati, ma anche una parata pazzesca su punizione di Caprari. Buona fortuna, Polso di Ferro!

Lazzari 6,5

Stavolta non fa cose decisive perché sbaglia la scelta finale come nei momenti peggiori, però quando parte crea sempre pericoli.

Luiz Felipe 5

Non era nelle condizioni psicofisiche per giocare. Se ne va al Betis, deve arrivare uno più forte.

Acerbi 6+

Mai a suo agio con i concetti di Sarri, neanche stasera. Ma impegno e determinazione sempre al top.

Marusic 6-

Ancora un errore sul primo gol, poi meglio ma sempre in affanno.

Milinkovic 7

Non te ne andare Sergioooo!! Sfiora il gol 4 volte nella ripresa, qualche assenza in fase difensiva. Non te ne andareee!!

Cataldi 6,5

Un finale di stagione davvero confortante per Danilo. Resterà: i laziali di qualità, in rosa servono.

Basic 6-

Tanta quantità, d’ accordo, ma mi aspettavo un contributo più decisivo nella manovra offensiva. Ibrido.

Felipe Anderson 9

Ha conquistato quasi da solo questo punto che ci fa arrivare davanti a Essi. A me sembra perfino più veloce degli anni d’oro…

Cabral 7

Mi è piaciuto, il ragazzo. Ha segnato il gol più importante della partita, sullo 0-2, e ha partecipato al gioco sempre in modo costruttivo.

Zaccagni 6,5

Ha un dribbling favoloso, Mattia, ma la prossima stagione da lui mi aspetto più gol e più assist.

Sarri 10

Arrivare davanti al celebratissimo Mourinho, con una squadra lontana dal suo modo di concepire calcio, è il successo più significativo. Bravo, Comandante!

Leiva 10

Per noi sarai sempre Mezzasquadra, un campione in campo e fuori. Buona fortuna, Lucas! E grazie di tutto.

Romero 7

A prescindere

Kamenovic 6,5

Da come ha giocato, mi sembra strano che Sarri non lo abbia mai considerato. Però credo andrà in prestito, visto che il mister non lo vede. Come si diceva? Non capisco ma mi adeguo.

Pedro 9

Giusto che il punto del sorpasso sulla Roma porti la sua firma. Siamo tutti pazzi di Pedro, campione vero.

Akpa Akpro 6+

Vita da mediano: inserito al momento opportuno, dà sostanza al centrocampo in difficoltà.

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
5 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Fantastici ricordi di un signori eccezionale e letale per chiunque odiato dalla tifoseria romanista all'inverosimile. Quando Cragnotti senza preavviso..."

Immobile da record: Ciro stacca Quagliarella e punta la top 10 assoluta dei marcatori in A

Ultimo commento: "Unico solo intramontabile Ciro! Grazie di esistere"
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Unico , indimenticabile , una bandiera , un trascinatore ... di una tale Lazialita' senza rivali.......Quel coraggio di affrontare una curva..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da Giulio Cardone