Resta in contatto

L'angolo dell'avversario

Spezia, Hristov: “Ho già fermato Immobile con la Nazionale”

Spezia, le parole del centrale bulgaro

Nella 35^ giornata di Serie A lo Spezia ospiterà la Lazio in una gara molto delicata per entrambe le formazioni. Il centrale Petko Hristov si è raccontato ai microfoni de La Nazione, parlando anche della sfida con Ciro Immobile. Queste le sue parole riportate da calciospezia.it:

LOTTARE PER I TIFOSI – “Sono pronto a lottare ogni giorno per questi meravigliosi tifosi, mi sono affezionato a questa bellissima città, alla sua gente e al club

RIENTRO DA TITOLARE CON IL TORO DOPO CINQUE MESI – “I primi minuti non sono stati facili perché il campo mi è mancato, ho sentito un po’ di pressione, poi però ho preso dimestichezza con la gara. Mi sono ritrovato a marcare Pjaca, con il quale avevo giocato insieme nella Fiorentina, penso di essermela cavata bene“.

IN RITARDO SUL GOL DEL 2-0 GRANATA? – “Era una situazione difficile da leggere, stavo marcando Bremer, poi ho visto che la sfera stava arrivando a Lukic, mi sono staccato dalla marcatura sul difensore granata, ma non sono arrivato in tempo sulla battuta a rete del Nazionale serbo“.

GLI ELOGI DI THIAGO MOTTA – Le parole del trainer mi hanno fatto un grande piacere, mi hanno dato forza, coraggio e un livello ancora maggiore di tranquillità. L’impatto con la Serie A non è stato facile per me dato che provenivo dalla Serie C, però mi sono sempre sentito pronto per giocare nella massima serie e penso di meritarmi di poterci stare

APPROCCIO SBAGLIATO CON IL TORO – “All’inizio del match eravamo tutti carichi e pronti com’è normale che sia quando si gioca una partita così importante in chiave salvezza. Credo si sia trattato di un episodio che non si ripeterà, forse riconducibile alla forza del Torino o al cambio di modulo, anche se poi nella ripresa abbiamo giocato meglio. Personalmente era tanto tempo che non giocavo titolare“.

CALENDARIO TERRIBILE – “Noi siamo sempre stati concentrati per il raggiungimento dell’obiettivo della permanenza in categoria. Il nostro campionato è questo, nelle prossime quattro partite dovremo fare punti, magari racimolando anche un punto in ogni gara. Non ci spaventa nessuno, siamo abituati a giocare allo stesso modo, sia se affrontiamo l’ultima in classifica che la prima“.

PICCO ARMA IN PIU’ – “Ci servirà il grande aiuto dei tifosi, dovranno essere in tanti allo stadio, come del resto è sempre stato. Il loro grande sostegno ci trasmette tanta forza“.

IMMOBILE – “Bisogna essere sempre pronti a giocare al massimo. Contro Ciro ho già giocato contro nel match Italia-Bulgaria a Firenze, terminato uno a uno. Lo marcammo io e mio fratello, fortunatamente non andò in rete“.

PRESSIONE – “È indispensabile averla, chi gioca a calcio ci deve convivere“.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Il libero e capitano della Lazio del primo scudetto

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Unico , indimenticabile , una bandiera , un trascinatore ... di una tale Lazialita' senza rivali.......Quel coraggio di affrontare una curva..."

Immobile da record: Ciro stacca Quagliarella e punta la top 10 assoluta dei marcatori in A

Ultimo commento: "Quindi caro Val dormi tranquillo con Lotito tutto quello che potevamo fare lo abbiamo fatto, continueremo a galleggiare. ..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "emozioni infinite in curva nord! con questa luce che mi abbagliaaaa....Grazie Beppe sei un grandissimo"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da L'angolo dell'avversario