Resta in contatto

Settore giovanile

Lazio Primavera, eccola la vittoria! Col Frosinone decidono Ferrante e Crespi

Finisce 2-1 per i ragazzi di Calori, che tornano a vincere dopo un mese davvero difficile.

Di Simone Brisi

Poche occasioni nel primo tempo, al 31′ però, la Lazio passa in vantaggio: punizione di Bertini, respinta del portiere e tap in vincente di Ferrante. Al 40′ Pollini calcia, blocca Palmisani in due tempi. Nella ripresa ci provano sia Tare che Crespi, ma non trovano la porta ciociara. Al 60′ Moretti anticipa tutti su un’azione pericolosa degli ospiti. Al 71′ arriva il raddoppio della Lazio con il solito Valerio Crespi, che fredda il portiere di sinistro. Al 76′ autogol di Pollini, Frosinone che rientra in gara. Nel finale il Frosinone tenta di pareggiare la disputa, ma vince la Lazio, che torna ad ottenere tre punti dopo un mese durissimo.

Tabellino:

LAZIO (4-3-1-2): Moretti; Pollini, Silva, Santovito, Marinacci (63′ Quaresima); Ferrante (85′ Troise), Ferro, Bertini; Adjaoudi (77′ Shehu); Tare (63′ Mancino), Crespi (85′ Muhammad).

A disp.: Furlanetto, Morsa, Bedini, Del Mastro, Cantiani, Troise, Nasri.

All.: Alessandro Calori

 

FROSINONE (4-3-3): Palmisani; Evan (72′ Rosati), Maestrelli (85′ Jirillo), Bracaglia, Benacquista; Cangianiello, Bruno (72′ Milazzo), Peres (85′ Pittaccio); Selvini, Favale, Stampete.

A disp.: Vilardi, Barzanti, Kamensek, Bianchi, Battisti, Recchiuti, Di Palma, Scognamiglio.

All.: Giorgio Gorgone

Marcatori: 31′ Ferrante (L), 71′ Crespi (L), 76′ aut. Pollini (L)

Ammoniti: Evan (F), Tare (L), Ferrante (L), Crespi (L), Adjaoudi (L), Mancino (L), Maestrelli (F), Quaresima (L)

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Gli vorrò per sempre bene, il il mio idolo calcistico, il grande, l'insuperabile Beppe Gool, e segna sempre lui e segna sempre lui, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da Settore giovanile