Resta in contatto

Esclusive

Immobile, Alessio Sciarra racconta il suo disegno: “Ciro per me come Chinaglia per mio nonno”

Alessio Sciarra è un giovane tifoso della Lazio che ha realizzato un disegno di Ciro Immobile e ci ha raccontato la sua ispirazione.

La mano è di quelle che con matite e pastelli ci sanno fare. La fede è quella biancoceleste. Il nome è Alessio Sciarra. Ventiseienne appassionato di disegno, oltre che tifoso della Lazio è un grande fan di Ciro Immobile e tramite social ha mostrato una sua opera d’arte raffigurante l’attaccante di Torre Annunziata nella sua tipica esultanza con le dita a formare una J. Questo il suo racconto del come e del perché ha deciso di realizzare questo lavoro.

Ci ho messo circa due mesi lavorandoci un centinaio di ore in totale. Ciro è la storia della Lazio. Capitano e ormai bandiera di questa squadra. Il suo è un esempio di dedizione al lavoro, sacrificio. Un modello per tanti che invece vorrebbero mollare. In carriera ha avuto degli alti e bassi, intorno sempre tante voci, ma lui ci ha creduto sempre. E alla fine ha vinto una scarpa d’oro, tre classifiche marcatori, un europeo…

Io ho 26 anni, ma sono cresciuto con mio nonno che mi parlava di Giorgio Chinaglia. Aveva con se una serie di articoli di giornale ritagliati e spesso me li leggeva. Mi raccontava di quella Lazio che ha visto il baratro, ma non ha mollato fino alla fine. Credo che Ciro sia la rappresentazione più fedele di quello che per mio nonno era Chinaglia“.

Cosa diresti a Immobile da tifoso se lo incontrassi?

Grazie! Grazie perché ci mette sempre il fritto. Come dice uno dei nostri inni «le maglie bagnate di sangue e di sudore», ecco lui esce sempre dal campo dopo aver dato tutto. Gli direi di non ascoltare le troppe chiacchiere di chi lo critica ingiustamente. Di chi straparla, forse per invidia. Noi cercheremo, nel nostro piccolo, di non fargli mai mancare il sostegno che merita“.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Alessio Sciarra (@alessioscr_)

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Gli vorrò per sempre bene, il il mio idolo calcistico, il grande, l'insuperabile Beppe Gool, e segna sempre lui e segna sempre lui, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."

Immobile da record: Ciro stacca Quagliarella e punta la top 10 assoluta dei marcatori in A

Ultimo commento: "Unico solo intramontabile Ciro! Grazie di esistere"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da Esclusive