Resta in contatto

Rubriche

Lazio-Atalanta, Diamo i Numeri della gara disputata di ieri sera

Lazio-Atalanta, nuovo appuntamento della rubrica #DiamoiNumeri a cura di Daniele Caroleo.

La Lazio di Maurizio Sarri impatta contro il muro atalantino eretto da Gian Piero Gasperini ed ottiene solo un punto in quella che, a detta di molti, doveva essere una sfida alla portata, a causa delle tante defezioni in casa bergamasca. Se è pur vero, però, che gli orobici (che solo domenica scorsa avevano pareggiato contro la capolista Inter) sono scesi in campo con gli uomini contati, la situazione in casa biancoceleste non è stata, in realtà, così diversa, vista l’assenza di 3 titolari (più 2 riserve) ed una formazione quasi del tutto obbligata (più o meno la stessa impiegata contro l’Udinese in Coppa Italia e che, evidentemente, ha anche pagato le fatiche dei tempi supplementari)

C’è da dire, inoltre, che il reparto arretrato dell’Atalanta (la sesta miglior difesa della Serie A, attualmente) era al gran completo ed è riuscita ad arginare gli eventuali attacchi di un ispirato Zaccagni (il palo colpito al minuto 63 ancora vibra), di un mai domo Ciro Immobile e di un evanescente Felipe Anderson (l’assenza di Pedro, in questo caso, si è fatta sentire notevolmente).

Le note positive arrivano (inaspettatamente, visto il trend del girone di andata) dalla difesa, con il terzo clean sheet stagionale consecutivo della Lazio (il secondo di seguito in Serie A): in base ai dati a nostra disposizione, non accadeva da ben 5 anni, cioè da quando, nel 2017, la Lazio di Simone Inzaghi (in quella che possiamo considerare la sua prima stagione in biancoceleste), vinse di misura in casa sull’Udinese, superò per 2 a 0 la Roma nella semifinale d’andata di Coppa Italia ed ottenne il successo, poi, con il medesimo risultato, in quel di Bologna. Tra i pali, all’epoca, c’era proprio Thomas Strakosha che, dopo il pareggio contro l’Atalanta, di fatto non subisce una rete da 203 minuti (più recuperi) in campionato (complessivamente, visti i tempi supplementari in Coppa Italia, la Lazio non prende gol da 323 minuti, ma contro l’Udinese c’era Pepe Reina come estremo difensore).

Come ricordato da LazioPage, inoltre, con il pareggio a reti inviolate contro la squadra bergamasca, si interrompe anche la striscia di 9 partite consecutive della Lazio con almeno 3 gol complessivi segnati: era la più lunga d’Europa, davanti a quelle di Leverkusen (a quota 7), Bayern Monaco e Leeds (entrambe con 6).

La squadra biancoceleste ha terminato comunque il match con il solito, assoluto dominio per quanto riguarda il possesso palla (62%), ottenuto per altro contro la squadra che attualmente si trova al sesto posto, in Serie A, in questa speciale classifica (la compagine biancoceleste è, invece, seconda, subito dietro l’Inter). Sono stati 602 i passaggi effettuati (con un’accuratezza dell’88%), mentre i tiri complessivi, secondo i dati forniti dalla Lega Serie A, sono stati 9 (contro i 6 dei nerazzurri), che però non sono evidentemente bastati per scardinare la difesa orobica.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Il libero e capitano della Lazio del primo scudetto

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Unico , indimenticabile , una bandiera , un trascinatore ... di una tale Lazialita' senza rivali.......Quel coraggio di affrontare una curva..."

Immobile da record: Ciro stacca Quagliarella e punta la top 10 assoluta dei marcatori in A

Ultimo commento: "Quindi caro Val dormi tranquillo con Lotito tutto quello che potevamo fare lo abbiamo fatto, continueremo a galleggiare. ..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "emozioni infinite in curva nord! con questa luce che mi abbagliaaaa....Grazie Beppe sei un grandissimo"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da Rubriche