Resta in contatto

News

Lazio, Sarri: “Malgrado tutto, abbiamo fatto una buona gara. Io sto bene qui”

Lazio, le parole di Sarri nel post gara dell’Olimpico contro l’Atalanta.

Un pareggio a reti inviolate stasera contro l’Atalanta allo Stadio Olimpico. Maurizio Sarri è intervenuto ai microfoni di Sky nel post gara. Ecco le sue dichiarazioni: “L’Atalanta aveva tante assenze, ma anche noi avevamo 5 assenze e penso che abbiamo fatto una buona partita. Ci siamo comportati bene tatticamente, ma non siamo stati brillanti a causa della gara di 120 minuti di Coppa, con gli stessi calciatori. Dal punto di vista offensivo abbiamo fatto una buona partita, però senza brillantezza non siamo riusciti a finalizzare. All’Atalanta mancavano tanti giocatori, ma avevano tutti i difensori. Felipe Anderson e Zaccagni non sono esterni che attaccano molto l’area. Pedro ci sarebbe stato utile stasera, però non c’è da essere dispiaciuti. Rinnovo? Le società sono fatte di persone e io qui mi trovo bene con queste persone. Lotito non si interessa mai delle formazioni e della tattica, solo se funziona bene il centro sportivo. Ultimamente il Presidente ha avuto molti impegni importanti e per questo non mi ha ancora fatto avere il contratto”.

L’allenatore biancoceleste è intervenuto anche a Dazn: “Io leggo la gara sotto molti aspetti. La squadra ultimamente è ben messa in campo, sia in fase offensiva che in fase difensiva. La gara di Coppa da 120 minuti e le nostre assenze non ci hanno permesso di essere brillanti negli ultimi 30 metri. Anche se all’Atalanta mancavano molti giocatori, aveva a disposizione tutti i difensori. La squadra è comunque in miglioramento e sta avendo una supremazia sul campo più marcata. La mancanza di brillantezza non ci ha permesso di essere determinanti nell’uno contro uno. Felipe Anderson? Lui è molto sensibile e ha dei meccanismi mentali molto diversi dalla maggior parte delle persone, però in questo mestiere devi avere più faccia tosta. Stasera ero anche tentato di sostituirlo ma non l’ho fatto perché sapevo come avrebbe reagito. Comunque tatticamente la squadra sta migliorando e gioca bene a calcio. E’ strano non aver fatto gol per una squadra come noi. Pedro ci avrebbe fatto comodo per come attacca l’area e la porta”.

Infine, il tecnico toscano, ha parlato anche a Lazio Style Radio:

“Loro hanno fatto una partita prettamente difensiva, gli mancava praticamente il reparto offensivo, mentre avevano tutti a disposizione in difesa. La squadra era corta, compatta e applicata, abbiamo fatto un buon palleggio e abbiamo portato la palla avanti con qualità. Ci sono mancati gli ultimi 20 metri, abbiamo lasciato l’area un può vuota. Abbiamo fatto 3 partite a settimana con tanti assenti, questo lo abbiamo pagato. I ragazzi? C’ho pensato, il pubblico stava un pochino beccando Anderson e la sostituzione lo avrebbe ferito tanto. Noi abbiamo un pubblico che si fa sentire, in casa la squadra riesce ad avere più motivazioni, ma nelle ultime cinque trasferte abbiamo fatto 9 punti. Siamo una squadra che vince quando domina, ma stasera non ha concretizzato una netta supremazia. Mentalmente stiamo bene, abbiamo pagato fisicamente stasera. Dal punto di vista mentale la pausa è fastidiosa, dal punto di vista fisico può aiutarci. Le assenze c’erano da entrambe le parti, non eravamo al completo e abbiamo fatto 120 minuti tre giorni fa, a differenza loro, cosa che intendevo ieri quando ho parlato di calendari. Zaccagni sta facendo bene da due mesi sempre, ha iniziativa, salta l’uomo e per diventare top deve essere più cattivo in area e sotto porta. Stasera è stato anche sfortunato sul palo, ma ci gira troppo intorno e poco dentro. Lazzari alto stasera? No, ci aspettavano bassi, Manuel può farlo quando difendiamo noi, è più forte lanciato che da fermo”. 

28 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
28 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Fantastici ricordi di un signori eccezionale e letale per chiunque odiato dalla tifoseria romanista all'inverosimile. Quando Cragnotti senza preavviso..."

Immobile da record: Ciro stacca Quagliarella e punta la top 10 assoluta dei marcatori in A

Ultimo commento: "Unico solo intramontabile Ciro! Grazie di esistere"
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Unico , indimenticabile , una bandiera , un trascinatore ... di una tale Lazialita' senza rivali.......Quel coraggio di affrontare una curva..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da News