Resta in contatto

Rubriche

Lazio, Diamo i Numeri: le statistiche biancocelesti in coppa Italia

Nuovo appuntamento della rubrica #DiamoiNumeri a cura di Daniele Caroleo

Martedì pomeriggio (ore 17.30) la Lazio di Maurizio Sarri tornerà in campo, allo Stadio Olimpico, per affrontare l’Udinese, in un match valido per gli ottavi di finale della Coppa Italia, una competizione alla quale i biancocelesti sono particolarmente, e storicamente, legati.

La prima edizione di tale trofeo si svolse nel 1922 (venne vinta dal Vado, compagine ligure attualmente in Serie D, che in finale ebbe la meglio proprio sull’Udinese), per poi essere riproposta nel 1926/1927 (l’edizione però venne interrotta ai sedicesimi di finale). Dal 1935 venne riproposta nuovamente ed organizzata con cadenza annuale fino al 1943, quando tutte le competizioni sportive vennero sospese a causa della Seconda Guerra Mondiale.

Nel 1958 il trofeo calcistico nazionale per club (il secondo per importanza, dopo lo Scudetto) riprende nuovamente il via ed al termine di quella edizione sarà proprio la Lazio, all’epoca guidata da Fulvio Bernardini, ad aggiudicarsi la vittoria, battendo di misura, in finale, la Fiorentina, grazie alla rete di Maurilio Prini (che, tra l’altro, era un ex dell’incontro).

Successivamente i biancocelesti hanno avuto modo di alzare al cielo l’ambito trofeo anche nel 1998 (nella doppia finale vinta in rimonta contro il Milan, grazie ai gol di Gottardi, Jugovic e Nesta), nel 2000 (la finale di ritorno contro l’Inter, giocata 4 giorni dopo la conquista dello scudetto da parte del club capitolino, termina 0 a 0, ma nella partita di andata, il 12 aprile, la Lazio si era imposta per 2 a 1 con le reti di Nedved e Simeone), nel 2004 (battuta la Juventus in una doppia finale con la prima sfida giocata a marzo, a Roma, e vinta 2 a 0 con doppietta di Stefano Fiore, ed il ritorno giocato il 12 maggio, terminato 2 a 2, grazie alle reti di Bernardo Corradi e ancora di Fiore) e nel 2009 (successo ottenuto ai calci di rigore, dopo il pareggio per 1 – 1 nella finale unica, allo Stadio Olimpico, con rete di Mauro Zarate e tiro dagli undici metri decisivo di Ousmane Dabò).

Infine, indimenticabile, ovviamente, la finalissima del 26 maggio 2013, con la vittoria biancoceleste ottenuta ai danni della Roma, nel derby della Capitale più importante di sempre, grazie al gol di Senad Lulic al minuto 71, alla quale poi ha fatto seguito il successo più recente nella competizione, cioè quello del 15 maggio 2019, ottenuto ai danni dell’Atalanta (2 a 0 il risultato finale, con le reti di Milinkovic-Savic e Correa).

La Lazio, quindi, attualmente, detiene ben 7 vittorie in questo torneo (con 10 finali giocate complessivamente), ed è la terza squadra italiana con più edizioni vinte (la Juventus è prima, con 14 coppe conquistate). La squadra biancoceleste è, inoltre, una delle 5 squadre in Italia ad aver ottenuto il double (Scudetto e Coppa Italia nella stessa stagione), insieme alla Juventus, l’Inter, il Torino ed il Napoli.

Il giocatore biancoceleste che ha segnato più reti in Coppa Italia risulta essere, al momento, Bruno Giordano, con 18 marcature (Ciro Immobile è a quota 9), mentre il primo giocatore con l’aquila sul petto ad aver iscritto il proprio nome sul tabellino dei marcatori in questa competizione è stato Silvio Piola (nel 1935, nella vittoria per 2 a 0 contro il Vicenza). Il calciatore della Lazio con più presenze nel torneo è, invece, Giuseppe Wilson, con 58 partite giocate, seguito da Vincenzo D’Amico, con 55 e Paolo Negro, con 48.

Infine, alcune piccole curiosità conclusive: Goran Pandev è l’unico calciatore ad aver vinto la Coppa Itala per 4 volte consecutive (dal 2009 al 2012) con almeno 2 squadre diverse (una con la Lazio e con il Napoli e 2 con l’Inter), mentre in testa tra i calciatori che hanno conquistato più volte questo trofeo c’è l’attuale CT della Nazionale, Roberto Mancini (a quota 6, come Gigi Buffon), che vanta 4 successi con la Sampdoria e 2 con la Lazio.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Il libero e capitano della Lazio del primo scudetto

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Unico , indimenticabile , una bandiera , un trascinatore ... di una tale Lazialita' senza rivali.......Quel coraggio di affrontare una curva..."

Immobile da record: Ciro stacca Quagliarella e punta la top 10 assoluta dei marcatori in A

Ultimo commento: "Quindi caro Val dormi tranquillo con Lotito tutto quello che potevamo fare lo abbiamo fatto, continueremo a galleggiare. ..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "emozioni infinite in curva nord! con questa luce che mi abbagliaaaa....Grazie Beppe sei un grandissimo"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da Rubriche