Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rubriche

Lazio-Empoli, #diamoinumeri: dominio assoluto, ma che orrori in difesa…

I numeri di Lazio – Empoli raccontano di un match dominato dai biancocelesti, ma compromesso da una difesa tra le peggiori in A.

Di Daniele Caroleo

Avevamo detto che la sfida tra la Lazio e l’Empoli sarebbe potuta essere spettacolare, per lo meno in termini di gol, è così è stato. Una rete annullata, una traversa, un rigore sbagliato, 3 gol e tanti rimpianti per la formazione capitolina, che non è riuscita sostanzialmente ad ottenere il successo contro l’ostico Empoli (capace, lo ricordiamo, di battere in trasferta sia la Juventus che il Napoli) a causa di alcuni errori individuali in fase difensiva, il reparto attualmente più in difficoltà della compagine biancoceleste (37 le reti subite complessivamente, la quinta peggior difesa della Serie A).

Sono stati 23 i tiri verso la porta avversaria della Lazio, con un possesso palla del 63% (il 60% di questo nella metà campo avversaria) e con l’88% di accuratezza nei passaggi (477 quelli riusciti): la squadra biancoceleste ha letteralmente dominato il match, nonostante il doppio svantaggio iniziale, e, numeri alla mano, avrebbe certamente meritato di più.

Per quanto riguarda la prestazione dei singoli, Ciro Immobile sigla il suo 14esimo gol in questo campionato (il 17esimo in questa stagione), il 167esimo con la maglia della Lazio, il 169esimo in Serie A (a 5 lunghezze da Amedeo Amadei, che si trova al 15° posto della classifica all-time dei bomber più prolifici della storia del nostro campionato), ma purtroppo sbaglia anche il suo 15esimo rigore in carriera (il 6° errore negli ultimi 11 calciati dal bomber di Torre Annunziata). Ad oggi, Ciro, ha realizzato ben 46 penalty con la maglia della Lazio (38 in campionato e altri 8 nelle altre competizioni), 62 complessivi se si considerano quelli calciati con altre maglie e con la Nazionale. Con la rete contro l’Empoli però, Immobile incrementa anche un altro piccolo primato personale, cioè quello delle reti segnate complessivamente in un singolo giorno dell’anno: sono 7, infatti, i gol realizzati il giorno dell’Epifania (6 gennaio), di cui 1 al Parma nel 2014, 4 alla SPAL nel 2018 e 1 alla Fiorentina nel 2021 (solo Kurt Hamrin ne ha fatti di più in un singolo giorno dell’anno nella competizione, il 2 febbraio, raggiungendo complessivamente quota 9).

Tornando poi alla sfida di ieri allo Stadio Olimpico, sugli scudi, ovviamente, c’è Milinkovic Savic, autore di un assist (sale a quota 7 in Serie A e si porta in testa, insieme a Luis Alberto, nella classifica degli assist-man del nostro campionato) e di 2 reti: secondo quanto riportato da OPTA, nessun centrocampista ha preso parte a più gol del Sergente in questa stagione nei 5 grandi campionati europei (14 con 7 reti e altrettanti assist, come Dimitri Payet). Il serbo, tra l’altro, è il primatista del match per chilometri percorsi (12,459) ed attualmente al 7° posto in Serie A nella classifica speciale per questa tipologia di dato statistico (con una media di 11.066).

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Quella splendida maglia Umbro e quel numero 11 sulla schiena. Ricordi indelebili della mia adolescenza. Beppe per sempre nel mio cuore."

Immobile da record: superato Inzaghi in Europa

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da Rubriche