Resta in contatto

News

“Fratelli tutti”, Edy Reja: “Ieri ho visto una buona Lazio”

Nel corso dell’evento Fratelli tutti a Formello, ai microfoni di Lazio Style è intervenuto Edy Reja, oggi allenatore della squadra del Papa.

La squadra del Papa ha affidato la propria guida tecnica a Edy Reja. L’ex allenatore della Lazio, oggi ct dell’Albania ha accettato di partecipare all’evento benefico “Fratelli tutti”, che si sta tenendo oggi a Formello, in veste di tecnico proprio della compagine dei funzionari e dipendenti del Vaticano. Ai microfoni di Lazio Style ha commentato così l’esperienza odierna e ha aggiunto un suo pensiero sulla partita di ieri contro la Juventus:

Oggi vestirò gli speciali panni di tecnico della squadra del Vaticano, Lotito mi ha chiamato e ho raccolto l’invito cogliendo anche l’opportunità per salutare vecchi amici perché da quando sono andato via non avevo più rivisto nessuno. Rispetto a quando sono andato via il Centro Sportivo è migliorato esponenzialmente, complimenti al Presidente.

Ieri la Lazio mi è piaciuta soprattutto nel primo tempo, il primo ‘rigorino’ ha complicato la partita, prendendo una piega diversa. La Juventus ha fatto una partita fortemente difensiva, la Lazio ha dominato suo possesso palla ma non è riuscita a essere incisiva sotto porta, complice anche l’assenza di Ciro Immobile.

In mezzo a Juventus e Napoli c’è la gara di Mosca: giocare il giovedì è sempre logisticamente complicato, consiglio a Sarri di lasciar perdere l’Europa League (ride, ndr). Per essere competitivo su entrambi i fronti occorrono rose profonde, si gioca sempre ogni tre giorni, anche considerando gli impegni delle Nazionali.

Vincere il derby al 93” con il gol di Klose è stata la più grande soddisfazione della mia carriera da tecnico, insieme alla promozione dalla cadetteria alla Serie A alla guida del Napoli: una stracittadina vinta così è stata un’esplosione di gioia incontenibile“.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Gli vorrò per sempre bene, il il mio idolo calcistico, il grande, l'insuperabile Beppe Gool, e segna sempre lui e segna sempre lui, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."

Immobile da record: Ciro stacca Quagliarella e punta la top 10 assoluta dei marcatori in A

Ultimo commento: "Unico solo intramontabile Ciro! Grazie di esistere"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da News