Resta in contatto

News

Lazio, Sarri: “Qualità nel palleggio e atteggiamento giusto. Questa la strada”

Sarri ha parlato ai microfoni di Dazn dopo il pareggio sul campo dell’Atalanta.

“Luis Alberto ha fatto una partita da centrocampista vero come ho visto con la Fiorentina. Ci sta mettendo anche quel pizzico di qualità in più che lui ha. Il pareggio lascia l’amaro in bocca, anche se il gol all’ultimo minuto fa parte del calcio. Sono altre le cose che mi lasciano l’amaro in bocca come Verona e Bologna. Adesso serve continuità anche se sto vedendo delle belle cose. Cataldi ha sempre avuto delle qualità fin da ragazzino. Quando ero ad Empoli ho cercato di portarlo da me in tutti i modi. In passato ha fatto fatica in quel ruolo, ma adesso sta facendo cose importanti. Oggi la prestazione è stata molto più fluida e sono sicuro che più avanti tutto diventerà più facile. Immobile è un generoso e riesce a stare in partita per 95′. Un calciatore così è difficile da marcare perché non ti puoi permettere mai un momento di stallo. Non molla niente e qualche volta mi tocca frenarlo”.

Il mister ha parlato anche su Lazio Style Radio: “Peccato per aver perso 2 punti per strada, malgrado l’ottima prestazione, anche a livello caratteriale, contro una grande squadra. Marsiglia? E’ una squadra più tecnica ma meno aggressiva dell’Atalanta. Qui ho visto che le energie fisiche siamo in grado di recuperare. Sono quelle mentali che dobbiamo imparare a recuperare, ma mi sembra che la squadra sia sulla strada giusta anche in questo senso. Hysaj-Lazzari? Maunel ha avuto da pensare alla figlia appena nata ed era meglio anche per questo scegliere Elseid per oggi. Immobile? Sono molto contento per lui, se lo merita per l’impegno e l’attaccamento alla maglia e al gruppo che dimostra. Cataldi? Sempre stato forte tecnicamente ma non sapeva mai quale fosse la sua collocazione tattica ideale. Ora sembra a suo agio e sta diventando un giocatore importante. Strada giusta? Ora la squadra è ancora incazzata per il gol subito nel finale, ma, a mente fredda, capiranno di aver fatto bene oggi. Quello che dovranno capire, in particolare, è perché hanno perso dei punti in altre partite, senza nemmeno giocarle”.

6 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
6 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Il libero e capitano della Lazio del primo scudetto

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Altro da News