Resta in contatto

News

Lazio, Sarri: “Ci sciogliamo come neve al sole. Luis? Lavoro per il davanti della maglia”

Il tecnico biancoceleste, dopo un’ora passata negli spogliatoi del Bentegodi con la squadra, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio nel post gara di Verona

Ecco le sue dichiarazioni: “E’ successo quello che è capitato a Bologna. Questi alti e bassi si pagano con 3 impegni in una settimana. Alla prima difficoltà ci siamo sciolti come neve al sole. Non siamo solidi e non riusciamo a reagire, malgrado le occasioni avute per recuperare la gara. Questa partita ci ha dato mille opportunità per tornare in gioco. Bisogna essere sempre con la testa giusta, non solo nei big match. Eppure la squadra mi sembrava concentrata per la partita di oggi. Mai mi sarei aspettato una prestazione del genere. Per il primo tempo fatto era difficile capire chi togliere. Volevo vedere la reazione nei primi minuti nel secondo tempo. C’è stata, ma non è servito a niente. Per questa ragione, dobbiamo chiederci se siamo veramente una grande squadra. Noi possiamo avere qualche prestazione da grande squadra, ma così non lo siamo di sicuro. Il fatto che le sconfitte siano tutte in trasferta non può essere una casualità. Bisogna prendere in considerazione l’approccio mentale e il carattere che mettiamo in trasferta“. 

le parole in conferenza stampa.

Difficile dare risposte dopo questa sconfitta. La gara è molto simile a quella fatta a Bologna, anche se li siamo stati sempre in down. Dobbiamo domandarci se siamo una grande squadra oppure facciamo solo qualche volta delle gare da big. Non riusciamo a dare continuità, ci sciogliamo come neve al sole. Ritiro? Le prestazioni sono inaccettabili. Ognuno deve guardarsi dentro e capire cosa non va e lo dobbiamo fare insieme a livello collettivo. Non si possono battere Roma e Inter e poi cadere con Bologna e Verona. Quando si vincono gare contro Inter e Roma le idee passano, quando perdiamo no. Luis Alberto? Lavoro sempre per il davanti della maglia e mai per il nome scritto dietro. Cercherò in ogni modo di fare il bene della Lazio”. 

19 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

19 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Immobile da record: Ciro a -1 dalla top 10 assoluta dei marcatori in A

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "È stato e sarà per sempre il più grande goleador del mondo e segna sempre lui, e segna sempre lui, si chiama Beppe Signori, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da News