Resta in contatto

Settore giovanile

Lazio Primavera, altra vittoria per i biancocelesti: a Reggio Calabria è 0-3

A Reggio Calabria i ragazzi di Calori portano a casa altri tre punti fondamentali per la promozione.

Di Simone Brisi

Altro passo in avanti verso la promozione per la Lazio Primavera. A Reggio Calabria le giovani aquile si impongono per 0-3. Partono subito forte i ragazzi di Calori, che al 3′ trovano già un’occasione, con Mancino che impegna Ammirati. Al 20′ risponde la Reggina con un tiro fuori di Musumeci. La Lazio passa in vantaggio con Bertini al 24′, abile a freddare il portiere avversario di piatto su cross di Shehu.

Al 36′ ci prova Floriani Mussolini, ma Ammirati mette in angolo. Al 40′ ancora Floriani protagonista, questa volta la Reggina si salva anche grazie alla traversa. Biancocelesti che chiudono in attacco la prima frazione con una punizione di Bertini, disinnescata in angolo. Nella ripresa la Lazio dilaga. Al 55′ arriva il raddoppio di Mancino, al 61′ il tris di Etienne Tare. La Reggina prova a reagire a risultato compromesso, con Moretti che due volte dice di no, prima a Pagni e poi a Spitale. Nel finale, i padroni di casa restano anche in 10 per l’espulsione di Vogliani per doppio giallo. Finisce 0-3 per la Lazio, che dopo aver battuto i calabresi in coppa Italia, replicano facendolo in campionato, blindando la vetta della classifica.

Tabellino:

REGGINA (4-2-3-1): Ammirati; Foti, Bonsani, Vogliani, Musumeci (74′ Rao); Kamberi, Spitale (80′ Scolaro); Garau (62′ Khadim), Zucco (62′ Basile), Pagni (80′ Rugnetta); Nvendo. A disp.: Tortorella, I. Pavia, Tersinio, L. Pavia, Dioum, Costantino, Carlucci. All.: Francesco Ferraro

LAZIO (4-3-1-2): Moretti; Floriani Mussolini, Adeagbo, Ruggeri (50′ Santovito), De Santis; Coulibaly (78′ Muhammad), Bertini, Ferro; Shehu (71′ Ferrante); Tare (71′ Crespi), Mancino (78′ Troise). A disp.: Di Fusco, Furlanetto, Pollini, Migliorati, Adjaoudi. All. Alessandro Calori

Marcatori: 24′ Bertini (L), 55′ Mancino (L), 61′ Tare (L)

Ammoniti: Bonsani (R), Vogliani (R), Crespi (L)

Espulsi: Vogliani (R)

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Altro da Settore giovanile