Resta in contatto

News

Lazio: Basic, Patric e non solo… il valore aggiunto delle seconde linee

Lazio, Sarri può contare su una panchina di valore

La Lazio ieri sera ha sfidato e battuto la Lokomotiv Mosca nella seconda gara di Europa League. Un 2-0 che non ha lasciato dubbi: prestazione maiuscola, di carattere e soprattutto di maturità, tanto da chiudere il primo tempo già col doppio vantaggio. Anche l’uscita di Immobile per infortunio è passata quasi inosservata, Muriqi è entrato bene in partita, non facendo pesare il cambio di caratteristiche. Il kosovaro non era però l’unico non “titolarissimo” in campo, con lui infatti c’erano anche Strakosha, Patric, Basic e Cataldi, tutti autori di gara più che sufficiente. I due gol sono arrivati proprio da due di loro, a dimostrazione che Sarri fa sentire importanti tutti, senza differenze. L’ingresso di Raul Moro nel finale era già messo in conto, il tecnico ha molta fiducia in tutta la sua rosa, compreso il giovane spagnolo che ha risposto bene sul campo.

Rispetto agli anni scorsi, non sono tantissimi i calciatori nuovi presenti in rosa, ma il loro impiego è decisamente aumentato rispetto alla gestione Inzaghi, questo perché gli allenamenti e le idee di gioco di Sarri coinvolgono e entusiasmano tutti, in modo da sentirsi sempre importanti per la squadra. Strakosha ha tenuto la porta inviolata, in risposta all’errore di Istanbul, Patric gol e tanta efficacia in difesa, Basic gol e sostanza in mezzo al campo, con ottima tenuta fisica, Muriqi e Raul Moro subito in partita dopo il loro ingresso. Tutti segnali che Sarri avrà sicuramente appuntato sul suo blocchetto, e che torneranno utili anche nel tour de force post pausa delle nazionali.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Il libero e capitano della Lazio del primo scudetto

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Altro da News