Resta in contatto

Settore giovanile

Lazio Primavera, Calori: “Tante rotazioni per premiare tutti. Sto prendendo a cuore questi ragazzi”.

Lazio Primavera, le parole di mister Calori dopo il successo in Coppa Italia contro la Reggina.

Due gol di Crespi stendono la Reggina in Coppa Italia. Per commentare il successo della Lazio Primavera le parole di mister Alessandro Calori:

“Bravi i ragazzi a tenere sempre in mano il gioco, non abbiamo creato tante occasioni ma abbiamo avuto delle folate. Poteva prenderci un po’ di nervosismo ma siamo stati ad avere pazienza e a concretizzare le due palle gol. Abbiamo fatto tante rotazioni perché stanno lavorando bene ed è giusto premiare tutti e renderli partecipi. Si fanno trovare pronti, ci mettono impegno, si applicano e stanno diventando piano piano una squadra. Non basta per vincere, ogni partita è diversa e bisogna essere bravi ad adattarsi alle varie situazioni. Me li sto prendendo a cuore perché hanno fame e voglia di imparare e questo mi sta affascinando. Ormai sono 3 mesi che sono entrato nel pianeta Lazio e lo sto facendo a 360°, è un’ambiente che mi permette di farli crescere. Mi auguro che qualcuno in futuro possa raggiungere traguardi importanti. Non c’è chi è titolare e chi no, non regalo niente a nessuno. Ognuno ha un proprio modo di fare calcio ma devono adattarlo al gioco di squadra. Crespi ha tanti pregi ma anche alcune lacune, come tutti. È nato per fare gol ma deve partecipare di più e smarcarsi meglio, però ha forza e tiro quindi può crescere bene. Salernitana? Altra partita importante, bisogna ricaricare le pile e farlo con testa. Dobbiamo fare il nostro gioco in una partita in cui ci sarà da soffrire. Sarà una partita diversa dalle altre e quindi va cancellato quanto fatto oggi e nelle giornate precedenti”.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Immobile da record: Ciro a -1 dalla top 10 assoluta dei marcatori in A

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "È stato e sarà per sempre il più grande goleador del mondo e segna sempre lui, e segna sempre lui, si chiama Beppe Signori, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da Settore giovanile