Resta in contatto

News

Lazio, Martusciello: “Soddisfatti della prestazione. Fiduciosi per il futuro”

Il vice di Sarri è intervenuto ai microfoni di Dazn nel post Lazio-Cagliari

Ecco le sue dichiarazioni: “La partita è stata fatta bene, ritmi alti e pressing feroce. Poi quando si cala di tensione, può succedere quello che è capitato ad inizio secondo tempo, però abbiamo reagito e siamo arrivati al pareggio. Comunque siamo soddisfatti della prestazione fatta. Siamo sulla strada giusta. Questa volta abbiamo rubato molte volte il pallone nella metà campo avversaria. Siamo fiduciosi per il futuro. Siamo a buon punto col processo di assimilazione degli schemi e del gioco. Dal punto di vista fisico, la squadra sta bene e corre. Il problema ancora è che cambiare un modo consolidato di giocare da 5 anni non è semplice e rapido. Derby? Pensiamo prima al Torino. Strakosha? Quando un portiere sbaglia, lo sa perfettamente perché prende gol, però l’errore fa parte del gioco e va accettato e bisogna guardare avanti”.

Il mister è poi intervenuto anche a Lazio Style Radio:

Partita con ritmi importanti. L’abbiamo sbloccata con un gol di pregevole fattura e l’avversario era limitato a pochi pericoli nel primo tempo. Ci è mancato anche qualche gol prima. Tenendo ritmi alti, qualcosa la paghi. Il pari era evitabile con una ripartenza. E lì è mancata la reazione. Dopo il secondo gol si sono rimessi i ritmi della prima parte di partita. Si poteva vincere ma purtroppo non è andata così. Cresceremo a piccoli passi per portare ancora più gioia ai tifosi.

La disponibilità dei ragazzi è massima. Mettono il 100% su tutti i meccanismi che si vanno ad allenare, la fase del pensiero sui movimenti va spazzata via. Il percorso deve portarci ad avere reazioni di squadra. Mi interessa poco il livello individuale. Oggi, come a Istanbul, grandi passi avanti. La strada è tracciata.

Da stasera pensiamo il Torino, il derby è una conseguenza di giovedì. Col Torino non possiamo già pensare alla Roma. Tutte le energie saranno impiegate per la partita di giovedì.

Al di là dei numeri la prestazione è stata visibile come insieme, di conseguenza si p visto lo spirito di divertimento dove tutti partecipano al gioco. Si sbagliano meno passaggi e si hanno più soluzioni. Sono passaggi che vanno registrati e continuati nel tempo. Siamo in netto miglioramento e i numeri lo confermano.

Cataldi ha visione di gioco. Quel ruolo lo ha già ricoperto. Leiva è stato straordinario nel primo tempo, ma il cambio con Cataldi non ha fatto scendere l’intensità del palleggio“.

20 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
20 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Altro da News