Resta in contatto

Lazio Femminile

Lazio Women, debacle al Fersini: ora la sosta, poi caccia ai punti salvezza

Lazio Women, contro il Milan senza storia: dopo la pausa per le Nazionali servono punti

di Chiara Hujdur

Troppo Milan per la Lazio Women. L’anticipo della terza giornata di Serie A si conclude con una pesantissima sconfitta contro le rossonere, che lascia le ragazze di Morace colme d’amarezza e ancora a zero punti in classifica. Troppo abituato a certi ritmi e a certi livelli il Diavolo, che la neopromossa Lazio non è stata in grado in alcun modo di arginarne la furia.

IL MATCH- La partita si incanala subito su binari favorevoli per il Milan, che apre le marcature dopo soli cinque minuti con Thomas, che poi raddoppia al 54’. Nel mezzo, è Giacinti-show: la numero 9 batte quattro volte un’incolpevole Ohrstrom, all’11’, al 30’, al 32’ e al 57’. Ad aggiungere il loro nome sul tabellino delle marcatrici rossonere anche Boquete al 67’ e Cortesi a quattro minuti dal termine. Il gol della bandiera della Lazio lo segna Martìn, alla prima rete in Serie A, al 78’.

PROSSIMI IMPEGNI- Archiviata la debacle, è tempo di sosta: la Serie A si fermerà per dare spazio alle nazionali impegnate nelle gare di qualificazione al Mondiale del 2023. La pausa consegna un’occasione d’oro alle biancocelesti per lavorare e correggere in corsa gli errori venuti alla luce in queste prime tre giornate. Dopo la sosta, sarà di nuovo full-immersion in campionato: il 26 settembre arriva la Fiorentina al Fersini, il 3 ottobre prevista la trasferta a Sassuolo. Gare impegnative, vista l’esperienza nella massima serie delle due avversarie, ma alla Lazio servono punti salvezza. Raccogliere i cocci della sconfitta odierna e voltare pagina da subito con la forza del lavoro: questa la chiave per risalire la china. La Lazio può farlo.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Ultimo commento: "sformavo i suoi scarpini PUMA"

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Ultimo commento: "Noi tifosi non conosciamo mai bene un giocatore sotto il profilo umano e personale. Né si può giudicare la vita privata di nessuno tantomeno di un..."
Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Lo conobbi al mare ad Anzio, proprio l'estate dello scudetto. Stava con tre amici su una 126 avana che praticamente gli faceva da cappotto. Io ero un..."

#CountdownToHistory, Immobile a un passo da Piola

Ultimo commento: "E pensare che c'è chi lo discute..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Tutto giusto cara Rita.... Anni IRRIPETIBILI e squadra INARRIVABILE"

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"

Altro da Lazio Femminile