Resta in contatto

News

Lazio, Ledesma: “Sarri ha portato tanto entusiasmo. Derby? Tifo per i biancocelesti”

Ledesma sulla Coppa Italia del 2009: "Rocchi era il nostro capitano"

L’ex centrocampista della Lazio ha parlato in esclusiva ai microfoni di Tuttomercatoweb, nel corso del premio Pietro Calabresi.

Hai intrapreso il percorso da allenatore: pronto per il grande salto nei professionisti?

“Sì, l’idea è questa, crescere e continuare a formarmi come allenatore. L’anno scorso ho allenato in Eccellenza, spero che col passare del tempo ci possa essere un’opportunità tra i professionisti. Avere un’idea su cui poter lavorare, senza allenare tanto per allenare”.

La Lazio di Sarri è partita bene

“Il campionato è solo all’inizio, per tutti, ma quando si parte bene si dà un bel segnale di entusiasmo. C’è tanto da fare, ma vedo tanto entusiasmo per l’allenatore e gli acquisti fatti”.

Manca qualcosa dal mercato?

“Sono a Roma dal 2006, ogni anno si fa sempre questo discorso. Credo che dopo due anni così, si debba guardare avanti con ottimismo. Se mancherà qualcosa, sarà il campo a dirlo, ma credo che il club abbia fatto acquisti importanti”.

Come vede l’Inter con Correa?

“La vedo bene. L’Inter ha perso giocatori importanti ma ne ha acquistati altri altrettanto importanti. Resta la squadra da battere”.

Sensazione in vista del derby?

“Io da laziale vedo sempre bene i biancocelesti. Quando arriverà la gara, i due nuovi allenatori dovranno calarsi in quello che è il derby di Roma, finché non lo giochi non ti rendi conto. Credo sarà così anche per gli allenatori”.

In Brasile-Argentina il Covid ha avuto ancora la meglio.

“Direi più che altro che a non funzionare è stata l’organizzazione. Il fatto che abbiano iniziato la gara per fermarla dopo pochi minuti è assurdo.Da giorni l’Argentina era lì, perché non è stata sospesa prima? Mi sa tanto di mossa politica, per dimostrare che una parte ha più potere dell’altra. In Sudamerica succede spesso: cercare di far vedere chi comanda di più”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Immobile da record: Ciro a -1 dalla top 10 assoluta dei marcatori in A

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "È stato e sarà per sempre il più grande goleador del mondo e segna sempre lui, e segna sempre lui, si chiama Beppe Signori, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da News