Resta in contatto

News

Italia – Bulgaria, le pagelle dei quotidiani a Immobile e Acerbi

Italia – Bulgaria, è finita 1-1 la partita di ieri valida per le qualificazioni a Qatar 2022: per Immobile un assist a Chiesa per l’iniziale vantaggio

Corriere dello Sport 

Immobile 5,5
“Si trova dentro il solito imbuto e con le spalle alla porta. Partecipa al gol di Chiesa, è un assist sporco. Si batte e si sbatte, lavora qualche buon pallone ma altri ne perde. Val al tiro due volte, sempre in condizioni complicate per segnare. Un’altra palla gol se la procura da solo in avvio di ripresa ma non è nella posizione giusta per metterla dentro e Antov, davanti alla linea, evita danni”.

Acerbi 5,5 
“Bene, forse benissimo, sino all’istante in cui Iliev lo inganna e con un contromovimento va ad attaccare il primo palo sul cross di Despodov. È l’unica incertezza, pagata a caro prezzo”.

La Gazzetta dello Sport 

Immobile 5,5
“Bello l’appoggio per Chiesa: sembra il manifesto del nuovo Immobile sarrista. Ma poi tornano i vecchi fantasmi, i movimenti pesanti, le occasioni che nella Lazio sarebbero gol e qui no”.

Acerbi 5
“L’errore di Florenzi è più evidente, ma il suo è altrettanto grave: sente Iliev che arriva a tutta velocità da dietro e sbagliaa movimento, non accorciando sul bulgaro. Dopo è difficile riprendersi”.

Tuttosport 

Immobile 5,5
“Ha il merito della perfetta sponda a Chiesa per il gol, ma poi sbaglia molto sul piano del fraseggio. Pericoloso al 36′ con un’azione a campo libero ‘alla Immobile’. Nella ripresa viene stoppato dal portiere. Ma a lui fa difetto l’istinto del gol che mostra in campionato”.

Acerbi 5
“A campo largo marca a zona, in area sta vicino a Iliev ma è in ritardo nella diagonale in occasione del gol”.

22 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

22 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Gli vorrò per sempre bene, il il mio idolo calcistico, il grande, l'insuperabile Beppe Gool, e segna sempre lui e segna sempre lui, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da News