Resta in contatto

News

Lazio, Condò: “Da Bielsa a Sarri, scelta simile ma caratteri opposti. Mercato? Occasioni a fine estate”

Lazio, Paolo Condò commenta i biancocelesti

Ad una settimana dall’inizio della Serie A, è arrivato il momento di fare un primo resoconto della situazione delle big, e ci pensa Paolo Condò. Il giornalista ha deciso di fare il punto sulle big di Serie A sulle pagine di Repubblica, oggi è stato il turno della Lazio. In primo piano c’è un commento sulla scelta di Maurizio Sarri per la panchina, paragonata a quella di Marcelo Bielsa del 2016. A differenza del Loco, che diede le dimissioni quando non vide le sue richieste di mercato accontentate, l’ex Napoli e Juve si è “adattato” agli elementi presenti in rosa, preferendo plasmare i giocatori alla sua idea di gioco (come ad esempio Lazzari schierato terzino) piuttosto che spingere per nuovi arrivi. Ovviamente lì dove non può intervenire, c’è bisogno dell’intervento di Tare. Il secondo punto riguarda Immobile, ritenuto “la scommessa” di quest’anno. Il modo di giocare di Sarri è più simile a quello del CT Mancini che a quello di Simone Inzaghi: il baricentro alto riduce gli spazi da attaccare per il centravanti, costretto ad un lavoro di sponda e di aiuto per la squadra. Col Comandante però gli attaccanti segnano tanto e questo può essere un segnale incoraggiante anche in vista dei prossimi mondiali. Il mercato biancoceleste, invece, Condò lo definisce quantitativamente scarso, ma confida in un finale di agosto incandescente, con molte offerte da cogliere al volo.

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Gli vorrò per sempre bene, il il mio idolo calcistico, il grande, l'insuperabile Beppe Gool, e segna sempre lui e segna sempre lui, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da News