Resta in contatto

News

Euro 2020, Acerbi a Sky: “Un mese dalla finale? Me lo sono già scordato. Penso al campionato”

Ragusa su Acerbi: "Francesco è un professionista. Giocherà fino a 45 anni"

Francesco Acerbi intervistato da Sky Sport sulla vittoria dell’Italia a Euro 2020, ma lui è già concentrato sulla prossima Serie A.

Ospite di Sky Sport, Francesco Acerbi è tornato a parlare della vittoria dell’Italia a Euro 2020. Nel match contro l’Austria, in particolare, il difensore della Lazio è stato protagonista con l’assist per il gol del 2-0 di Pessina, rivelatosi poi decisivo.

L’importante era il risultato, mi sono trovato lì sugli sviluppi di un calcio d’angolo, poi abbiamo recuperato palla, ma non c’era nessuno in mezzo. Sono rimasto lì e alla fine sono riuscito a passare il pallone. Sapevamo che con l’Austria sarebbe stata difficile, era la prima partita a eliminazione diretta e anche loro non avevano nulla da perdere“.

Il segreto del gruppo azzurro è stato il divertimento – ha dichiarato il leone – e il merito è anche del ct Roberto Mancini:

Prima di tutto siamo persone e vogliamo star bene. L’ambiente di Coverciano in questo senso ci ha fatto sentire a casa, eravamo in un clima felice e remavamo tutti verso lo stesso obiettivo. Quando è così non vedi l’ora di stare con i compagni in campo, giocare con loro la partita. Viene tutto più semplice. Il mister ci chiedeva di essere noi stessi e divertirci, e noi lo abbiamo fatto. Il gruppo si divertiva in campo e fuori e questo è stato il segreto“.

È passato un mese esatto dalla finale di Wembley e tra poco più di un anno ci saranno i mondiali in Qatar. Ma Acerbi non vuole sentir parlare di Nazionale adesso. Fa parte del passato. Ora la sua concentrazione è tutta per la Serie A 2021-22, da affrontare con l’aquila sul petto, agli ordini di Maurizio Sarri:

Non stiamo già pensando ai Mondiali, perché è passato un mese e tra poco inizia il campionato. In chat ogni giorno scriviamo che siamo i campioni e oggi qualcuno ha scritto che è passato un mese dalla finale, ma io me lo sono già scordato, tra poco inizia il campionato e penso solo a quello“.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Immobile da record: Ciro stacca Quagliarella e punta la top 10 assoluta dei marcatori in A

Ultimo commento: "Unico solo intramontabile Ciro! Grazie di esistere"

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Grandissimo, rimarrai nei nostri cuori per sempre! E segna sempre lui......"
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Unico , indimenticabile , una bandiera , un trascinatore ... di una tale Lazialita' senza rivali.......Quel coraggio di affrontare una curva..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da News