Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Lazio Femminile

Lazio Women, scatta la nuova stagione: squadra al lavoro al Mancini Park Hotel

Lazio Women, è tempo di ripresa: tra volti nuovi e addii, prende il via la stagione 2021-2022

A cura di Chiara Hujdur

NUOVA STAGIONE Lunedì scorso le visite mediche, martedì l’inizio della preparazione al Mancini Park Hotel: è ufficialmente iniziata la stagione 2021-2022 della Lazio Women. Una squadra profondamente rinnovata dall’ultima apparizione, in quel 23 maggio che ha incoronato le biancocelesti campionesse di Serie B. Tra sette acquisti e qualche addio, prende forma la Lazio a misura di Serie A. Molte delle ragazze che hanno accompagnato il club nella cavalcata verso la massima serie hanno salutato: tra loro Palombi, Colini, Proietti. Per il ritorno nella massima categoria la società ha deciso di puntare su un mix di giovani di prospettiva – come Julia Glaser, classe ‘97, nell’ultima stagione alla Roma Cf in Serie B ha segnato 15 gol in 12 partite – e giocatrici con esperienza – come Öhrström, portiere classe ‘87, in Serie A da tanti anni con le maglie di Fiorentina e Verona. Confermata la guida di Carolina Morace, artefice nella scorsa stagione del cambio di rotta decisivo che ha condotto le aquilotte alla promozione

OBIETTIVO – L’ambizione in questa stagione è rimanere in Serie A. La squadra si dovrà adattare a ritmi nuovi, a un campionato certamente competitivo e dovrà fronteggiare corazzate come Juventus, Milan, Fiorentina, abituate già a palcoscenici internazionali. Inoltre, in una Serie A destinata a ridurre il numero di partecipanti in vista del passaggio al professionismo -da 12 a 10- bisogna prestare particolare attenzione alla zona retrocessione: a scendere in Serie B saranno tre squadre, non più due.

Intanto le capitoline si preparano sul campo del Mancini Park Hotel, come testimonia il video caricato sui canali social del club. In questa prima settimana ci sarà tempo per conoscersi meglio e gettare le fondamenta della Lazio che verrà. Ma una cosa è certa: se si riparte dallo spirito d’unione e consapevolezza che ha contraddistinto il finale della scorsa annata, ci sono i presupposti per iniziare con il piede giusto anche questa nuova avventura in Serie A.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Lo storico difensore e capitano dello Scudetto del 2000

Alessandro Nesta

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

IL LIBERO E CAPITANO DELLA LAZIO DEL PRIMO SCUDETTO

Pino Wilson

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Immobile da record: Ciro a -1 dalla top 10 assoluta dei marcatori in A

Ultimo commento: "Mah , realizzare un calcio di rigore non è mai stata una cosa facile........tant'è che la sua mancata realizzazione ( ben due rigori falliti ) ci è..."

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "È stato e sarà per sempre il più grande goleador del mondo e segna sempre lui, e segna sempre lui, si chiama Beppe Signori, si chiama Beppe..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Negli anni 70 avevo la mia camera tappezzata di sue immagini e ascoltavo sempre Battisti con i giardini di marzo. ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Mi ricordo che tristezza"

#CountdownToHistory: Immobile nella leggenda

Ultimo commento: "Grandissimo"

Altro da Lazio Femminile