Resta in contatto

Giulio Cardone

Sassuolo – Lazio, le Cardopagelle: Muriqi divora-gol, salvo Lazzari

Sassuolo – Lazio, i voti e le pagelle dei biancocelesti a cura del direttore Giulio Cardone

Strakosha 6

Quando prendi un gol da mille metri, non puoi essere esente da colpe. Si riscatta nel finale con due miracoli su Caputo.

Marusic 6

Voglio rivederlo spingere sulla fascia, punto. Ha tante offerte dopo una stagione super, temo possa essere uno dei candidati alla cessione per fare cassa.

Parolo 6-

Fuori ruolo anche lui, una mezzala che retrocede a libero. Commette il falletto da rigorino, dopo una gara disciplinata con buoni lanci. Nonostante l’età, io uno come Marco in rosa lo vorrei sempre.

Radu 6+

Ha ancora la forza di essere il migliore della difesa e di creare due palle-gol con lanci perfetti: le sprecano Muriqi prima e il suo amico Lulic poi. Deve restare.

Lazzari 6.5

Fa espellere il suo diretto avversario, come quella serata all’Olimpico col Bruges. Poi si guadagna il solito rigore che non gli concedono perché è “leggerino”: anche basta con questa storia, eh. Il migliore del pessimo finale di stagione.

Akpa Akpro 4.5

Impreciso, confusionario, irriconoscibile rispetto al giocatore dei primi mesi. Corre e basta, non va bene.

Leiva 6-

Suo l’inutile fallo da cui nasce la punizione dell’1-0. Poi però prende per mano la squadra quando la Biancoceleste fa la partita e spreca più volte l’occasione dell’1-1. Non è più Mezzasquadra, ma lo amo lo stesso. Non vorrei che la Lazio ci rinunciasse, anche se con un impiego part-time.

Cataldi 4.5

Sbaglia scelte e partita. Attenuante: non giocava trequartista da una vita.

Lulic 5

Ultima partita con la Lazio, sulla linea delle altre di quest’anno a parte quella contro il Milan. Però il voto ai 10 anni di Lazio resta 10. Eroe per sempre, nonostante il finale malinconico.

Muriqi 4.5

Buon lavoro per la squadra, ma un centravanti non può sbagliare quelle tre occasionissime. Molto deluso, tanto più che il suo contributo al collettivo è decisamente migliorato. Ma deve fare gol, invece li divora goffamente.

Correa S.V.

 

Fares  5.5

Un po’ meglio come intraprendenza e al cross, però rischia un rigore per un assurdo controllo con il braccio.

Bertini S.V.

 

Escalante S.V.

 

raul-moro-spagna

Raul Moro  SV

 

Armini S.V.

 

Inzaghi 5.5

Con una squadra ridotta così, difficile fare meglio. Dopo la partita, prime parole polemiche nei confronti di Lotito in 5 anni. Forse ha capito che il presidente ha intenzione di cambiare. Io invece non ho cambiato idea: Simone resta il tecnico giusto per la Lazio. Aspettiamo il verdetto sulla panchina, ormai manca poco: in ballo Gattuso, Conceicao, Sarri e Mihajlovic. Intanto ricordo che ha portato la squadra in Europa per il quinto anno su cinque, e nella stagione più difficile per mille motivi. Un abbraccio forte, Simone!

12 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
12 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Ah se le fa Cardone…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Se ti devo presentare così meglio non andare. 0-3 a tavolino e 0 infortuni

ANTONIO
ANTONIO
2 mesi fa

Io credo che motivare un ambiente e una squadra che è figlia di mille compromessi e di scelte folli di mercato sia pressoché impossibile. Noi stessi non abbiamo nessuna motivazione. Ieri ho visto un giocatore pagato 20 milioni saltare alzando le gambe come si faceva da bambini e ricadendo in avanti colpire il pallone in modo talmente scoordinato che sarebbe stato impossibile anche solo inquadrare la porta. Questo uno dei rinforzi. Anzi li più costoso. Motivazioni? Altrove forse ma non più qui.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Ma inizia a criticare il ds. Amichetto di tare.

Fabrix
Fabrix
2 mesi fa

Che Inzaghi abbia fatto le nozze coi fichi secchi è acclarato, che abbia cmq ottenuto dei risultati è un altro fatto, ma che non abbia lanciato giovani, che non abbia azzeccato cambi, che non abbia dato le motivazioni giuste alla squadra, sono altrettanti fatti. Secondo me è giusto cambiare lui e 10/12 giocatori

Ruggero
Ruggero
2 mesi fa

Inzaghi 10
Tare ZERO – 0
Lotito 3
E adesso prepariamoci alla prossima Buffonata…..
Io personalmente ho deciso, basta abbonamenti a stadio e TV.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

E pensi male di marusic….leggendo le pagelle…non parte!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Che differenza c’è stata con le ultime partite che abbiamo giocato. Oggi con difesa e centrocampo a 4 forse si è visto come avrebbe potuto giocare. Ma oggi c’erano le riserve nei posti cruciali. Perciò arrivederci a tutti e alle solite chiacchiere.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Giulio Vespasiani che c’entra la tifoseria?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Mo’ se vengono Gattuso o Juric si lotta per il settimo-ottavo posto.
Ma la colpa è pure di una tifoseria appiattita e parecchio menefreghista. E pensare che un tempo eravamo tutt’altro…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Esatto basta difendere questa gestione ridicola.. senza stile senza correttezza mai autocritica…. smettetela di difenderla vi rendete ridicoli

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 mesi fa

Ci aspettano anni tristi …con questa società…basta difenderla Giulio

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Per me il più grande attaccante della Lazio di tutti i tempi"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Tutto giusto cara Rita.... Anni IRRIPETIBILI e squadra INARRIVABILE"
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Grande, antiromanista, unico"

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"

#CountdownToHistory, Immobile fa 150 e la vetta è sempre più vicina…

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"

Altro da Giulio Cardone