Resta in contatto

Settore giovanile

Lazio Primavera, sconfitta di misura in casa del Milan: Moro non basta

Lazio Primavera, finisce 2-1 per il Milan al Vismara, la decide Olzer con una doppietta

Di Simone Brisi

La Lazio Prima parte in sordina e, dopo un quarto d’ora di studio, il Milan al 17′ sfiora la rete con Roback, fermato da un ottimo Furlanetto in uscita. I rossoneri passano al 29′ quando, da una corta respinta in area di Novella, Olzer insacca col sinistro. La Lazio reagisce e al 38′ ottiene un calcio di rigore per fallo di mano di Di Gesù. Dal dischetto Raul Moro spiazza Jungdal e fa 1-1. Nella ripresa la Lazio va vicina al gol con Castigliani ma è il Milan a tornare di nuovo in vantaggio: ancora Olzer, che trasforma una punizione dal limite.
Dopo il 2-1 rossonero, Raul Moro spreca due grandissime occasioni e nel recupero il Milan avrebbe anche l’occasione di fare il terzo gol con N’Gbesso, fermato da Furlanetto. Finisce quindi con una sconfitta la partita per i biancocelesti di Menichini, che commettono un passo falso per la zona salvezza. Mercoledì alle 14 la sfida di recupero col Bologna.

Tabellino:
MILAN (4-3-3): Jungdal; Coubis, Obaretin, Michelis, Kerkez (45′ Oddi); Frigerio, Di Gesù (91′ Bright), Robotti (74′ Saco); Olzer, Roback (55′ N’Gbesso), Capone (55′ El Hilali).
A disposizione: Moleri, Pseftis, Pobi, Filì, Cretti, Tolomello.
Allenatore: Federico Giunti

LAZIO (3-5-2): Furlanetto; Novella, Pica, Adeagbo (84′ T. Marino); Floriani Mussolini, A. Marino (77′ Czyz), Bertini, Shehu (77′ Tare), Ndrecka; Moro, Castigliani (64′ Nimmermeer).
A disposizione: Peruzzi, Zappalà, Campagna, Cesaroni.
Allenatore: Leonardo Menichini

Marcatori: 29′ Olzer (M), 39′ Moro (Rig. L), 62′ Olzer (M)

Ammoniti: Capone (M), Kerkez (M), Castigliani (L), Bertini (L), Ndrecka (L)

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments
Ruggero
Ruggero
1 mese fa

La Primavera altro capolavoro di tare, avevamo uno dei migliori vivai d’Italia.
Nel monto professionistico pagano tutti quelli che non lavorano bene….. Tranne Tare riflettete gente……

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Beppe Signori, per me 'Ronaldo bianco', è stato uno dei più grandi giocatori biancocelesti della storia; L'unica sfortuna di questo ..."
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Tutto giusto cara Rita.... Anni IRRIPETIBILI e squadra INARRIVABILE"
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "Grande, antiromanista, unico"

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"

#CountdownToHistory, Immobile fa 150 e la vetta è sempre più vicina…

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Advertisement

Altro da Settore giovanile