Resta in contatto

Rubriche

Lazio-Genoa, #Diamoinumeri: in gol per la ventesima gara di seguito: terza miglior striscia europea

Se non si soffre non è Lazio. Evidentemente è il nostro destino. E così è stato anche con il Genoa, contro la quale, comunque, è arrivata la vittoria.

L’11esimo successo consecutivo in casa: è record assoluto per la squadra biancoceleste, che è anche andata in rete per la 20esima gara di seguito (terza miglior striscia d’Europa, dopo Barcellona, a quota 28, e Bayern Monaco, a quota 21). Inoltre, come ricordato dal sempre puntuale LazioPage, la formazione biancoceleste ha chiuso per 14 volte il primo tempo in vantaggio, ottenendo 13 vittorie ed un pareggio finali per una media punti di 2.86: solo il Napoli (2.88) ne ha una superiore tra i club con almeno il 25% di primi tempi chiusi in vantaggio. Senza dimenticare che la Lazio è anche andata in gol per la sesta partita consecutiva nel secondo tempo: è la striscia più lunga tra le squadre dei 5 campionati top d’Europa.

Per altro, le firme sulle reti biancocelesti sono tutte, in un certo senso, eccellenti. Basti pensare alla doppietta di Correa, che segna finalmente il suo primo gol al Genoa, dopo averlo affrontato 7 volte in carriera, e porta a casa la sua seconda doppietta consecutiva in campionato (dopo quella contro il Milan), raggiungendo quindi la doppia cifra stagionale (8 gol in Serie A e 3 in Coppa). C’è poi il ritorno al gol di Luis Alberto (non segnava dal 3 a 2 al Crotone del 12 marzo), che proprio contro il Genoa aveva anche siglato la sua prima rete con la maglia biancoceleste (il 15 aprile del 2017, al Marassi) e che con questa marcatura porta il suo bottino complessivo a 9 gol stagionali.  Ma soprattutto c’è la marcatura di Ciro Immobile, che realizza il calcio di rigore concesso dal direttore di gara (veniva da tre errori consecutivi dal dischetto) e sigla quindi la sua rete numero 149 con la maglia biancoceleste. Eguagliando sia Silvio Piola come bomber di questo match (9 reti a testa), ma soprattutto per quanto riguarda le reti segnate con la casacca della squadra capitolina addosso (se non consideriamo i 10 gol segnati dallo stesso Piola, nel 1937, nella competizione denominata Coppa dell’Europa Centrale, non riconosciuta però dalla UEFA). I numeri a nostra disposizione, per altro, dimostrano che Ciro, dopo quel periodo di blocco, sembrerebbe essere tornato alle prestazioni a cui ci ha sempre abituato, visto e considerato che nelle ultime 4 partite (ovvero, da quando ha ripreso ha segnare), ha portato a casa un bottino complessivo di 5 reti e 2 assist.

Ed il suo stato di forma, così come quello di tutti gli altri protagonisti di questa Lazio, saranno fondamentali per questo finale di stagione, dove la squadra di Simone Inzaghi, per la quarta volta negli ultimi 5 anni (l’era del tecnico piacentino, in pratica), ha raggiunto e superato, dopo 33 partite, quota 64 punti (esattamente questa punteggio in 3 occasioni: nel 2021, nel 2017 e nel 2016, mentre nel 2020 i punti erano 69).

Continuando, intanto, ad inseguire caparbiamente il sogno Champions League.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Avevo 12 anni ero uno che quando segnava chinaglia urlavo e piangevo di gioa ,avevamo vinto due anni prima lo scudetto e appena quattro anni prima ero..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "rimpiazzato ovviamente da William Vecchi"

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Sono un laziale di Piacenza e ricordo i tuoi primi passi in biancorosso, poi nella prima squadra della capitale ci hai fatto tutti impazzire !!!! Col..."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"

#CountdownToHistory, Immobile fa 150 e la vetta è sempre più vicina…

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Advertisement

Altro da Rubriche