Resta in contatto

Storie di Polisportiva

Lazio calcio a 8, Ledesma si presenta: “Sono tornato a casa. Entusiasta di questa avventura”

La presentazione dell’ex capitano biancoceleste come nuovo giocatore della squadra Calcio a 8 A cura di Simone Brisi 

L’ex centrocampista e capitano, Cristian Ledesma, si è presentato oggi pomeriggio al Circolo Canottieri Lazio dopo la firma con la Lazio Calcio a 8.

Prende la parola il presidente della Lazio Calcio a 8, Andrea Maria Liguori:

Per noi è sempre un piacere organizzare eventi riguardanti il mondo biancoceleste, siamo felici per ciò che ci ha dato Cristian e siamo ben felici di poterlo accogliere nella squadra del Calcio a 8. Cristian è rimasto legato alla città e per noi è un onore averlo con noi.

Parola al presidente della polisportiva, Buccioni:

Cristian non se n’è mai andato. Io ho scritto una lettera prima del 26 Maggio per la squadra che lui ha letto, oggi è anche una bella giornata con la Pallanuoto che ha vinto pesantemente. Siamo nel 121° anno di storia e siamo felici di accogliere Cristian. 

Parola a Ledesma:

Buonasera a tutti. Non ero più abituato a queste cose e ripensando ai primi dieci minuti qui, ho ripensato al mio viaggio dalla Patagonia a Buenos Aires e per me è come tornare a casa. Prima della finale del 26 Maggio ho ricevuto la lettera e la conservo ancora. Volevo riportarla ma è troppo intima e l’ho lasciata a casa. In questi dieci mesi mi sono rivisto il ragazzo che partiva e tornava a casa. Sono tornato nella famiglia laziale. I laziali sono stati la storia di questa società. Sono tante le persone a cui voglio bene. Sono tornato, dopo qualche anno, a casa. 

Che differenze ci sono tra il calcio a 8 e quello a 11 e che visione di gioco vuoi dare alla squadra? 

Vengo a divertirmi con serietà come ho sempre fatto. È uno sport e dopo questi vent’anni ad alti livelli voglio divertirmi senza tattica. 

Come porti avanti anche la carriera d’allenatore e cosa pensi di tornare a sfidare Totti? 

Sto chiudendo il corso UEFA A e mi piace il corso di allenatore. Per ora alleno alla LUISS. Non so se continuerò lì ma ora sono concentrato su queste partite. Sono sempre stato preciso e diretto con tutti e manterrò gli impegni, sia con la LUISS che con la Lazio. Anche sulla seconda c’è il concetto di divertimento: ho avuto qualche espulsione di troppo dove ci si giocava tanto, ma ora non vengo a fare sceneggiate ma a divertirmi con l’obiettivo di vincere. 

Mediano di rottura a calcio a 11, ora dove ti vedi e se vedi la Lazio in Champions. 

Mai considerato solo di rottura (ride ndr), ma non ho intenzione di cambiare ruolo, conosco quello. Difficile dire se la Lazio arriverà in Champions, vedendo l’anno strano per tutti, con partite preparate in un modo e con giocatori che possono mancare all’ultimo. La speranza è vedere la Lazio al top, ma è difficile dirlo con Atalanta e Napoli che vanno forti. 

Hai intenzione di chiedere ad altri ex compagni di fare il tuo stesso percorso? 

Non mi vedo come procuratore. Posso dare consigli ma il mio ruolo è quello di giocare. Se vorranno venire saranno ben accetti. 

Ti vedi come dirigente? 

Ho avuto anche proposte ma non mi ci vedo, mi vedo più come allenatore. Anche se, nella vita, non si sa mai. Ad oggi non mi vedo dirigente. 

Come è nata questa idea? Tu sei scaramantico e religioso e oggi per la Lazio è un giorno di festa. Quanto credi nella coincidenza e punti allo Scudetto che non hai mai vinto nella Lazio, che è cresciuta tanto da dopo il tuo addio. 

La prima partita che ho visto della Lazio calcio a 8 diluviava ed è nata così, anche grazie a persone del mondo calcio a 8 che conosco. Ho visto una parte umana bella e pulita, c’è il pallone di mezzo, voglio divertirmi e mentalmente ne ho bisogno e per questo ho scelto questa avventura. Da quando ho scoperto la fede ho accantonato la scaramanzia e non penso più a queste cose anche se ieri e oggi per i laziali sono state importanti. Spero anche domenica e le prossime settimane. 

Hai seguito lo scorso campionato? Sei in forma per iniziare questa avventura? 

Sono stato costretto a seguirlo, ci tengo a questa avventura. Sono abituato a stare in campo anche coi ragazzi, sono sempre in movimento e sicuramente mi sento bene e non ancora da buttar via. 

Pensi ad una Lazio in Champions? Chi consiglieresti come nuovo Leiva? 

Finché la matematica lo consente, spero ce la possa fare la Lazio. Difficile consigliare per la Lazio visto che va capita l’intenzione della società su che tipo di campionato preferisce fare e se serve un titolare o un’alternativa. 

Preferisci il calcio a 8 o a 5? Anche altri tuoi colleghi come Totti giocano in questo campionato. 

Il calcio a 5 non mi piace perché ha pochi spazi, anche i colleghi che giocano mi hanno stimolato per rimettermi in discussione in questo sport.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Avevo 12 anni ero uno che quando segnava chinaglia urlavo e piangevo di gioa ,avevamo vinto due anni prima lo scudetto e appena quattro anni prima ero..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "rimpiazzato ovviamente da William Vecchi"

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Sono un laziale di Piacenza e ricordo i tuoi primi passi in biancorosso, poi nella prima squadra della capitale ci hai fatto tutti impazzire !!!! Col..."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"

#CountdownToHistory, Immobile aggancia Piola. Anzi no…! Ecco quanto manca

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Advertisement

Altro da Storie di Polisportiva