Resta in contatto

Oltre la Lazio

Uefa, Ceferin: “Superlega uno sputo agli amanti del calcio. Agnelli? Grande delusione”

Ceferin sul Fair Play finanziario: "Pensiamo a migliorarlo: idea luxury tax"

Uefa, il commento del presidente Ceferin alla Superlega

Tra ieri sera e questa mattina è nata la Superlega, un progetto che rivoluzionerà il mondo del calcio. Le reazioni sono state immediate, spaccando in due i tifosi. Per molti questa sarà la battaglia del calcio, tra questa nuova associazione e l’Uefa. Proprio il numero uno di quest’ultima, Aleksander Ceferin, ha espresso una dura risposta durante la conferenza stampa dedicata al nuovo format della Champions League che nascerà nel 2024:

SUPERLEGA – “Vorrei ringraziare tutti i club che fanno parta di questa famiglia, tranne quei 12. Questa idea è uno sputo in faccia agli amanti del calcio. Non gli lasceremo portarci via il calcio. La Uefa distribuisce il 90% dei ricavi reinvestendoli nel calcio, per noi non si tratta solo di soldi, per loro sì. Il principio di base non può cambiare, la solidarietà è qualcosa di eterno, ma per alcuni questo principio non esiste, l’unica cosa che esiste è il danaro. I calciatori che parteciperanno alla Superlega non potranno rappresentare le squadre nazionali, né il Mondiale né l’Europeo. L’Uefa ed il mondo del calcio sono uniti , con i governi, contro questa proposta senza senso”.

AGNELLI – “Ne ho viste tante nella mia vita, ma mai una cosa del genere. Woodward (vicepresidente esecutivo Man United) mi ha chiamato la scorsa settimana per complimentarsi delle riforme Champions. Agnelli, poi, la più grande delusione di tutte. Mai conosciuto uno capace di mentire così tanto: abbiamo parlato sabato di queste voci e lui mi ha detto di non preoccuparmi, solo rumors,  ieri invece l’annuncio”.

 

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

L'indimenticabile allenatore della Lazio del primo scudetto

Tommaso Maestrelli

Una delle ultime bandiere e simbolo della Lazio

Vincenzo D'Amico

Advertisement

Altro da Oltre la Lazio