Resta in contatto

Settore giovanile

Lazio Primavera, rimonta sul Verona nel segno di Moro: biancocelesti in finale di Coppa Italia

Primavera, cuore Lazio: i biancocelesti eliminano il Verona e passano in finale di Coppa Italia.

Di Simone Brisi

Una Lazio orgogliosa ottiene la finale di coppa Italia. La partita prende subito una brutta piega, col Verona che dopo un quarto d’ora di assestamento, dove la Lazio sfiora il gol con Raul Moro, prende in mano il pallino del gioco e sfiora il gol con Amione. La Lazio sembra essere intimorita e da un rilancio sbagliato di Gabriel Pereira, il Verona passa in vantaggio con Cancellieri (33′), che sfodera un gran sinistro a giro sul palo lontano. Al 40′ arriva anche il raddoppio con Pierobon che sfrutta una respinta maldestra del portiere biancoceleste.

La Lazio rialza subito la testa e al 43′ torna in partita: sul cross di Czyz è sfortunato il capitano ospite Calabrese a mettere dentro l’autorete che vale l’1-2. Dopo l’intervallo la Lazio esce più cattiva e vogliosa di recuperare la partita ma deve affidarsi alla manona di Gabriel Pereira per evitare il terzo gol ospite ancora con Cancellieri. I biancocelesti non mollano e al 70′ trovano il pari con Raul Moro che converte un grande lancio di Armini dalla difesa in assist, anticipando il portiere Aznar e insaccando a porta vuota. A questo punto l’inerzia del gioco passa di nuovo nei piedi della Lazio che non riesce però a segnare prima del 90′, portando così il match ai supplementari.

A risolverla nell’extra time è ancora Raul Moro che si fa beffe di tutta la difesa gialloblu e insacca all’angolino. Il Verona prova a spingere e Cancellieri sul finire del primo tempo supplementare svernicia la traversa di Pereira. La Lazio potrebbe sfruttare un paio di contropiede con Castigliani prima e Moro poi ma non trova la quarta rete e al 120′ rischia di essere beffata sul tiro di Elvius, che però termina alto e consente ai biancocelesti di staccare il pass per la finale, dove incontreranno la vincente di Fiorentina – Genoa, in campo in questi istanti.

Una partita recuperata col cuore quando tutto sembrava terminato: questo è lo spirito che le giovani aquile dovranno avere fino a fine stagione per ottenere l’obiettivo salvezza e magari portarsi a casa una coppa Italia che manca dalla finale del 2015 contro la Roma, quando sulla panchina biancoceleste siedeva ancora un certo Simone Inzaghi, divenuto poi il più presente sulla panchina della Lazio.


Tabellino

LAZIO (4-3-1-2): G. Pereira; Floriani (60′ Novella), Armini, Franco, Ndrecka; Marino (105′ Tare), Bertini, Czyz; Shehu (83′ Cesaroni, 105′ Pica); Castigliani, Raul Moro.
A disposizione: Peruzzi, Zappalà, T. Marino, Campagna. All. Leonardo Menichini

HELLAS VERONA (4-2-3-1): Aznar; Terracciano, Coppola, Calabrese (105′ Bertini), Amione; Turra (90′ Agbugui), Astrologo (75′ Squarzoni); Cancellieri, Jocic (67′ Elvius), Pierobon (82′ Bernardi); Yeboah.
A disposizione: Ogliani, Fornari, Bracelli, Ilie, Diaby, Florio, Bragantini. All. Nicola Corrent

Marcatori: 33′ Cancellieri (HV), 40′ Pierobon (HV), 42′ Calabrese (HV, Autogol), 70′ Raul Moro (L), 93′ Raul Moro (L).

Ammoniti: Franco (L), Calabrese (HV), Shehu (L), Ndrecka (L), Zappalà (L), G. Pereira (L).


Gli scatti del match:

Si ringrazia la redazione di calciohellas.it per le foto.
Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Avevo 12 anni ero uno che quando segnava chinaglia urlavo e piangevo di gioa ,avevamo vinto due anni prima lo scudetto e appena quattro anni prima ero..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "rimpiazzato ovviamente da William Vecchi"

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Sono un laziale di Piacenza e ricordo i tuoi primi passi in biancorosso, poi nella prima squadra della capitale ci hai fatto tutti impazzire !!!! Col..."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"

#CountdownToHistory, Immobile fa 150 e la vetta è sempre più vicina…

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Advertisement

Altro da Settore giovanile