Resta in contatto

News

Caso tamponi, avv. Gentile: “Mai in campo un sospetto positivo. Lazio-Torino per noi non va giocata”

L’avvocato della Lazio Gian Michele Gentile è tornato a parlare del caso tamponi e di Lazio – Torino.

Ai microfoni di Radio Incontro Olympia è intervenuto Gian Michele Gentile. L’avvocato della Lazio è tornato a parlare del caso tamponi e delle vicende riguardo Lazio – Torino.

Sono uscite le motivazioni della sentenza per il caso tamponi e il punto determinante, da cui nascono le sanzioni ai medici e alla Lazio, è di carattere giuridico. Riguarda la disciplina che regola gli accertamenti dei tamponi: noi abbiamo sempre sostenuto che fosse compito della sanità pubblica dare comunicazioni, mentre il tribunale ha detto che il compito è anche della società e del singolo soggetto risultato positivo. Questa a nostro avviso può essere una motivazione di carattere civico, ma non la si può trarre dalle norme UEFA e FIGC. La raccolta dei dati relativi sui tamponi effettuati e sul numero di quelli risultati poi positivi è un servizio pubblico, che viene svolto tramite una collaborazione diretta tra i laboratori e la ASL.

Inoltre c’è da considerare che il tampone non è una diagnosi, ma un esame. Come quando si riscontra qualcosa da una radiografia. Poi l’esito viene portata all’ortopedico, il quale riscontra se c’è frattura, lussazione o altro. Nel caso di Immobile abbiamo nello stesso giorno un tampone positivo e un tampone negativo, il primo fatto con un sistema rapido dalla Synlab, il secondo dal laboratorio di Avellino. Nei giorni successivi i tamponi e l’esame sierologico erano negativi, quindi Immobile è andato a giocare. La Lazio ha fatto ciò che doveva secondo il protocollo e le norme in vigore. Per ricorrere in appello c’è tempo fino a martedì. Riteniamo sia una decisione che va studiata meglio.

Di sicuro nessun giocatore, anche solo sospetto positivo, è mai entrato in campo, mai. Quindi il rischio di epidemia colposa paventato da qualcuno è un’invenzione, divulgate a nostro avviso volutamente per danneggiare l’immagine della Lazio e, credo, anche per creare subdolamente tensione attorno alla decisione del Tribunale. La Lazio ha reagito sul piano giudiziario, sia nei confronti del direttore, sia nei confronti della Gazzetta dello Sport. Abbiamo raccolto tutti gli articoli per un’azione di risarcimento del danno. Quando questa situazione sarà definita faremo i conti sul perché la più grande sostenitrice della catastrofe della Lazio sia stata la Gazzetta e, se avrà sbagliato, dovrà pagare.

Riguardo Lazio-Torino, siamo sempre più convinti che la partita non si debba giocare. Stiamo preparando il ricorso al collegio di garanzia del CONI perché riteniamo che ci siano gli estremi per l’assegnazione del 3-0 a tavolino. Dunque al momento quello del recupero è un problema che non ci tocca“.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Avevo 12 anni ero uno che quando segnava chinaglia urlavo e piangevo di gioa ,avevamo vinto due anni prima lo scudetto e appena quattro anni prima ero..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "rimpiazzato ovviamente da William Vecchi"

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Sono un laziale di Piacenza e ricordo i tuoi primi passi in biancorosso, poi nella prima squadra della capitale ci hai fatto tutti impazzire !!!! Col..."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"

#CountdownToHistory, Immobile aggancia Piola. Anzi no…! Ecco quanto manca

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Advertisement

Altro da News