Resta in contatto

News

Serie A, il duro attacco di Sconcerti: “Siamo un campionato fallito, con 4 miliardi di debiti”

Mario Sconcerti ha attaccato duramente il movimento calcio italiano, riguardante la Serie A.

Le sue parole a Tuttomercatoweb.

“Siamo il campionato delle seconde scelte, undici anni che non vinciamo niente. Il debito della Serie A ammonta a 4 miliardi di euro come debiti. La Nazionale negli ultimi tre Mondiali ha fatto molto male e la Juventus è un problema all’interno del sistema calcio”.

8 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
8 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
9 giorni fa

Grande SCONCERTI.PER me dovrebbero prima pagare tutti i debiti e poi iscriversi al campionato.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
9 giorni fa

I debiti ci sono perche’ si permette a certe societa’ di sperperare soldi senza mai essere sanzionate se ci fosse una regola seria non succederebbe

Commento da Facebook
Commento da Facebook
9 giorni fa

Il baraccone deve andare avanti le squadre virtuose non vengono premiate quelle con debito enorme parliamo delle big non vogliono ridimensionarsi anche con la complicità della federazione in Italia dettano legge in Europa non contano niente il campionato lo vince sempre la Juventus indebitata o questo anno Inter sempre super indebitata in federazione tutto tace queste società non le faranno fallire mai come e successo con Napoli e Fiorentina o come stava succedendo con la Lazio che ha spalmato il suo debito in venti anni con un grosso taglio alle spese dopo i successi di Cragnotti

Commento da Facebook
Commento da Facebook
9 giorni fa

I debiti ci sono perchè pagano troppo i calciatori. Ah già, finiscono di giocare al massimo a 34 anni e debbono vivere di rendita no? mio figlio pur di lavorare è stato assunto da una ditta per servizi di vigilanza e lavora anche di notte. Loro invece non possono trovarsi un lavoro, perchè non hanno mai lavorato e non saprebbero da che prte iniziare. Parassiti.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 giorni fa

Basterebbe far pagare i debiti a forza, spalmarli in anni con restrizioni di mercato e monti ingaggi MOLTO inferiori.
Imparerebbero pure loro a gestire una società.

Ruggero
Ruggero
10 giorni fa

Si però siamo in Italia dove tutto va a rotoli, dove regna il ladrocinio, nessuno vuole più lavorare, dove il governo da il reddito a spacciatori è delinquenti senza pretendere, tutti poi hanno il doppio lavoro al nero, i ristoratori si lamentano ma non fanno mai lo scontrino fiscale dicono che perdono 10.000 euro al giorno ma ne dichiarano 10.000 l’anno, quindi non ci meraviglia o del calcio che finirà tra un paio di generazioni, non gioca più nessuno x strada, si paga x fare sport a livello giovanile, i presidenti non lo fanno più x passione ma solo x… Leggi il resto »

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 giorni fa

Si d’accordissimo purtroppo 😡😡😡

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 giorni fa

Un’idea RIVOLUZIONARIA: e se li facessero pagare? Magari in 10 anni, eh… 😉

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "rimpiazzato ovviamente da William Vecchi"

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Sono un laziale di Piacenza e ricordo i tuoi primi passi in biancorosso, poi nella prima squadra della capitale ci hai fatto tutti impazzire !!!! Col..."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"

#CountdownToHistory: Immobile colpisce anche il Cagliari

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."
Advertisement

Altro da News