Resta in contatto

News

Lazio, Biava: “Immobile ed Acerbi si sono resi protagonisti in Nazionale. Domani sarà una partita tosta”

Giuseppe Biava

Giuseppe Biava, ex difensore biancoceleste, è intervenuto ai microfoni di ‘Lazio Style Radio’ e ha parlato delle prestazioni di Immobile ed Acerbi in Nazionale e del momento della Lazio

Ecco le sue dichiarazioni: L’Italia ha fatto bene, anche se magari non come ci aveva abituato qualche mese fa. Ma era importante vincere. Per quanto riguarda i due laziali, Immobile è tornato al gol in Nazionale. Sia lui che Acerbi si sono resi protagonisti di prove convincenti. Hanno dimostrato di poterci essere tranquillamente, e anzi di poter essere importanti per l’Italia. I due juventini non stanno attraversando un buon periodo, magari Acerbi può rubargli il posto. Ha le qualità per farlo. Ciro ha avuto tante occasioni, però già il fatto che abbia creato vuol dire che s’è mosso bene. Fare due gol non è semplice, deve essere contento. Da lì deve ripartire per il campionato. Coppia Immobile – Belotti? Il tridente non esalta i due giocatori. Sono abituati a giocare con qualcuno a fianco nelle loro squadre. Faranno un’alternanza, hanno delle caratteristiche simili”.

Lazio – Spezia? Una partita tosta, lo Spezia gioca bene, è aggressivo. Ti mette in difficoltà con un buon palleggio, non ha paura di giocare. Ma d’altra parte, concede tanto dietro. Se la gara si riesce a sbloccare, diventa tutto più facile. Nel primo tempo magari si farà più fatica, poi credo che la Lazio, con gli spazi che lascia lo Spezia, potrà mettere in difficoltà la loro retroguardia. Loro hanno degli interni che s’inseriscono bene, i terzini spingono molto. Vanno a crearsi delle coppie sulle fasce per mettere in difficoltà i quinti dell’altra squadra. Pressa tanto all’inizio, portano tanti giocatori in attacco. Dovranno essere bravi i due interni della Lazio a non dargli troppo spazio, e poi ripartire in contropiede, in velocità. La cosa che il gruppo di Inzaghi sa far meglio”.

Andreas Pereira? Se lo paragoniamo a Luis Alberto, non regge. Lo spagnolo è di un’altra categoria. Il brasiliano si vede che ha qualità tecniche, ma ha bisogno di giocare, di trovare continuità e fiducia. Magari si può riconfermare per il prossimo campionato, sicuramente potrà far meglio. Rientro Luiz Felipe? È arrivato un po’ in sordina, ha dimostrato di crescere, migliorare, diventare maturo. Si era conquistato il posto da titolare meritatamente. La sua assenza s’è sentita, è un giocatore unico nelle sue caratteristiche. Penso che il suo ritorno possa giovare alla difesa della Lazio”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "rimpiazzato ovviamente da William Vecchi"

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Sono un laziale di Piacenza e ricordo i tuoi primi passi in biancorosso, poi nella prima squadra della capitale ci hai fatto tutti impazzire !!!! Col..."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"

#CountdownToHistory: Immobile torna al gol, doppietta contro il Benevento

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."
Advertisement

Altro da News