Resta in contatto

Il meglio dei Social

Lazio, Luis Alberto difende Armini: “Basta messaggi contro di lui”

Luis Alberto tiene con il fiato sospeso lo staff tecnico ed i tifosi biancocelesti. Uno scontro di gioco contro Armini ha provocato uno stop per il numero dieci.

 

Tanti, purtroppo, i messaggi social contro Armini, che non ha colpe per quel che è accaduto.

Luis Alberto tramite i social ha mandato un messaggio a tutti i tifosi biancocelesti.

“In allenamento tutti diamo il massimo e quello che è successo oggi con Armini può capitare. Non ha avuto intenzione di farmi male, perciò vi chiedo di non prendervela con lui e di non pubblicare messaggi negativi. Siamo due calciatori della S.s Lazio e vi chiedo per lui di avere la stessa considerazione che avete per me”.

21 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
21 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
12 giorni fa

Bravo luis

Commento da Facebook
Commento da Facebook
12 giorni fa

Grazie Lulic ma adesso è ora che smetti di giocare magari puoi ricoprire un’altro incarico nella Lazio

Commento da Facebook
Commento da Facebook
12 giorni fa

Succede… Altrimenti andava a giocare a scacchi

Commento da Facebook
Commento da Facebook
13 giorni fa

Non avevo dubbi sulla professionalità di Luis Alberto queste sue parole a difesa di Armini ne sono la prova Bravo

Commento da Facebook
Commento da Facebook
13 giorni fa

Tutti a criticare Armini…che fino a ieri tutti lo volevate al posto di hoedt e di patric..poi un altra cosa perché ha colpito Luis Alberto se avrebbe colpito un caicedo nessuno avrebbe detto niente.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
14 giorni fa

Pregherei di non usare la parola “tifosi”per coloro che insultano un giovane ragazzo.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
14 giorni fa

Chi è armini?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
14 giorni fa

Quando ho causato l’infortunio di Paul Gascoigne avevo 14 anni , ero alle prime sessioni di allenamento con la prima squadra. Gascoigne era stato l’acquisto più costoso nella storia della Lazio e quel giorno stavamo lavorando a campo ridotto. Mi fece un paio di brutti falli ma io, essendo un giovane, non ho detto una parola ed ho continuato a giocare. Ad un certo punto l’ho visto correre e ho provato a fermarlo con un tackle un po’ troppo duro, e gli ho causato la frattura di tibia e perone.Alessandro Nesta.Sono cose che capitano ma l’intelligenza non è per tutti… Leggi il resto »

Commento da Facebook
Commento da Facebook
14 giorni fa

La colpa è di inzaghi.. Non dovrebbe fare giocare con arruenza i giocatori in allenamento

Commento da Facebook
Commento da Facebook
14 giorni fa

Sono cose che capitano , successe pure con un giovane Nesta su Gaza

Commento da Facebook
Commento da Facebook
14 giorni fa

I tìfosi della Lazio sempre all’avanguardia.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
14 giorni fa

Sono cose che in allenamento capitano…vuol dire che si allenano con la cattiveria agonistica giusta…il problema é che dovrebbero usarla uguale pure la domenica su ogni pallone….e comunque ieri dai social Luis Alberto palleggiava con il figlio…quindi speriamo sia solo una botta!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
14 giorni fa

Grande luis vero signore e classe da vendere forza lazioooooo andrea Terni

Commento da Facebook
Commento da Facebook
15 giorni fa

Bravo Luis!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
15 giorni fa

Bellissime parole, grande Luis

Commento da Facebook
Commento da Facebook
15 giorni fa

Bell’insegnamento ..grande

Commento da Facebook
Commento da Facebook
15 giorni fa

Ma quando nesta in allenamento ruppe tibia e perone a gazza? Capita, Ogni volta c’è da trovare un colpevole

Commento da Facebook
Commento da Facebook
15 giorni fa

Bravo Luis, ricordiamoci che Nesta in allenamento ruppe tibia e perone a Gascoigne.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
15 giorni fa

C’ha paura che je mena nantra volta

Commento da Facebook
Commento da Facebook
15 giorni fa

Grande il 🧙

Commento da Facebook
Commento da Facebook
15 giorni fa

Grande luis

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "rimpiazzato ovviamente da William Vecchi"

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Sono un laziale di Piacenza e ricordo i tuoi primi passi in biancorosso, poi nella prima squadra della capitale ci hai fatto tutti impazzire !!!! Col..."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"

#CountdownToHistory: Immobile colpisce anche il Cagliari

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."
Advertisement

Altro da Il meglio dei Social