Resta in contatto

Giulio Cardone

Udinese-Lazio, le Cardopagelle: Caterpillar, Reina e Radu da applausi. Ciro, stai sereno

Udinese – Lazio finisce 0-1, le pagelle e i giudizi a cura del direttore Giulio Cardone

Reina 7,5

Dopo il miracolo con il Crotone sul 2-2, si ripete: paratissima alla fine del primo tempo, su tiro che sembrava letale di Stryger Larsen. Insomma altri punti guadagnati grazie al campione spagnolo. E nella ripresa dà sicurezza a tutta la difesa. Grande Pepe, grazie!

Patric 6,5

Ha sbagliato il passaggio sull’azione che porterà al salvataggio di Reina, ma è l’unico errore di una partita ben giocata, stavolta soprattutto nelle chiusure difensive. Nonostante l’ammonizione a pochi minuti dalla fine, non lo avrei mai sostituito con Musacchio in un momento cruciale della gara. Concentratissimo e reattivo, bene così.

Acerbi 7

Concede solo un colpetto di testa a Llorente, annullato. Da centrale si conferma il Leone decisivo che sappiamo.

Radu 7+

Primo tempo al cross, secondo a difendere con la grinta di sempre. Insomma una prestazione da applausi per festeggiare il record di presenze all time nella Lazio eguagliato: 401, come Favalli. Dopo la sosta, diventerà primatista assoluto: da brividi. Rinnovo in vista fino al 2022.

Lazzari 5

Oggi sembra che non abbia giocato. Lo avrà condizionato il tutore per proteggere il mignolo della mano sinistra lussato? Chissà.

Milinkovic 6-

Il “meno” è per quella palla al limite dell’area “rubata” a Ciro mentre stava per scaraventarla in porta. Per il resto, prestazione sufficiente anche se perde – causa stanchezza, direi – il duello con l’altro tuttocampista della gara, l’argentino De Paul.

Leiva 6

Fisicamente ormai fatica terribilmente, anche se grazie all’esperienza – nel primo tempo – sa cavarsela. Suo l’assist al contrario per Stryger Larsen: salvato da Reina. Non ha senso che si arrabbi quando, al 65’, Inzaghi lo sostituisce con Escalante.

Luis Alberto 6+

Tra i più vivaci nel primo tempo ben giocato dalla Lazio: il Toque arriva un paio di volte alla conclusione. In certe occasioni è egoista, tira quando dovrebbe passarla (per esempio a Muriqi, che per lui sembra trasparente nonostante la stazza). Nella ripresa innesca Immobile e poi impegna Musso su corner, ma in generale sui calci piazzati deve fare (molto) meglio. Non mi piace che esca sempre bofonchiando cose contro Inzaghi.

Marusic 8

Prestazione superlativa: decisivo il suo bel gol, apprezzabile il sacrificio costante sulla fascia, appassionante il duello a tutta velocità con Molina. Il migliore in campo, il più in forma della Lazio. Complimenti, Caterpillar. E anche a chi ha contribuito a risolvere i suoi problemi fisici: ora il montenegrino riesce finalmente a esprimere tutto il suo potenziale.

Muriqi 5,5

Più che altro fa il gregario d’attacco per Immobile: lavora palloni, contrasta, cerca di farsi vedere dai compagni che lo trascurano nelle ripartenze. Corre tanto e non arriva al tiro, non credo solo per colpa sua.

Immobile 5,5

Sfortunato quando Milinkovic gli sottrae per sbaglio un pallone interessantissimo al limite dell’area, poi quando colpisce il palo esterno nella ripresa. Però poteva concludere meglio in almeno altre due occasioni. Maresca non gli concede un rigore che poteva starci, per fallo di Musso. E non lo avrei sostituito, poteva colpire in contropiede negli spazi offerti dall’Udinese. Chiaramente condizionato dal gol che non arriva (sette gare senza), Ciro deve stare sereno e pensarci il meno possibile. Noi siamo con lui, Inzaghi anche. Speriamo riesca a buttarla dentro in Nazionale, aiuterebbe.

Akpa Akpro 6

Va a rafforzare il centrocampo, chiaramente in difficoltà nella ripresa. Fa il suo lavoro contrastando e pressando tutti, con qualche errore di misura. Doveva far legna, missione compiuta.

Escalante 6

Disciplinato e attento, si preoccupa soprattutto di non favorire ripartenze avversarie con errori nel fraseggio. E fa muro davanti alla difesa.

Correa 5,5

Porta avanti qualche pallone ma senza la necessaria cattiveria.

Pereira 6

Gli metto la sufficienza per il veleno che ha messo negli ultimi minuti, litigando con tutti e guadagnando secondi preziosi. Non era entrato benissimo dal punto di vista tecnico, ma la rabbia di quei frangenti mi è piaciuta. La voglia di lottare non gli manca e va premiato.

Musacchio 5

Non si aspettava di entrare e forse non è proprio entrato con la testa nella partita. Quella scivolata fuori tempo poteva costarci il pareggio. Ma ha un’attenuante enorme, visto che non giocava da un po’ e gli è stato preferito chiunque pur di tenerlo fuori.

Inzaghi 7

Trasmette la giusta “garra” alla squadra, che ha capito l’importanza della partita. Bene le prime due sostituzioni (Akpa e Escalante per Muriqi e Leiva), perché il centrocampo aveva bisogno di muscoli e nuove energie (l’avrei fatta perfino prima), non avrei invece cambiato Ciro che avrebbe potuto segnare il 2-0 in contropiede. Vittoria fondamentale della banda contro una squadra in forma e molto ben organizzata. Adesso arriva una sosta decisiva: incontrerà Lotito, speriamo arrivi la fumata bianca sul rinnovo. Il quarto posto è a tre punti potenziali, forza Simone, forza Lazio!

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "rimpiazzato ovviamente da William Vecchi"

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Sono un laziale di Piacenza e ricordo i tuoi primi passi in biancorosso, poi nella prima squadra della capitale ci hai fatto tutti impazzire !!!! Col..."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"

#CountdownToHistory: Immobile colpisce anche il Cagliari

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."
Advertisement

Altro da Giulio Cardone