Resta in contatto

News

Scarpa d’Oro, Immobile: “Bisogna credere nei propri sogni, io non ho nulla di speciale e ce l’ho fatta”

Immobile ha ringraziato anche la famiglia con un post su Instagram.

“10 marzo 2021, una data che non dimenticherò mai. Grazie Jessica, grazie alla mia famiglia e ai nostri stupendi figli”.

Ciro Immobile ha parlato durante la premiazione in Campidoglio per la Scarpa d’Oro del proprio traguardo raggiunto con la Lazio.

Visibilmente emozionato per la cerimonia che lo vede protagonista, Ciro Immobile ha preso la parola durante la premiazione in Campidoglio per la Scarpa d’Oro conquistata la scorsa stagione.

Vedere la scarpa d’oro così da vicino fa effetto. È una soddisfazione enorme vedere il mio nome vicino a quello dei grandi campioni  e conoscendo la storia di sudore e fatica per raggiungere questi obiettivi riempie d’orgoglio. Il presidente diceva che non ci tifosi sarebbe stata un’altra cosa e infatti quell’atmosfera ci manca perché la abbiamo nelle vene. Per questo dedico questo premio ai tifosi sperando di riabbracciarci presto.

Nella mia famiglia trovo i punti forza per quello che sono. Io sono andato via di casa molto giovane, ma non ho mai sentito la mancanza dei miei genitori perché erano sempre con me. Ho cercato di creare il mio percorso dentro e fuori dal campo sulla base di quello che mi era stato insegnato. Vado orgoglioso di questo. Credo che tutta la squadra si debba sentire vincitrice con me. Non avrei mai pensato di vincerla da solo. Società, tifosi, squadra e famiglia mi sono sempre stati vicino.

Alle parole del presidente mi sono emozionato. Perché i complimenti per l’aspetto calcistico sono bellissimi e fanno piacere, ma i complimenti per l’essere uomo sono fonte di soddisfazione immensa perché significa che sono una brava persona, un brav’uomo. Ed è questo che  mi permette di vincere. vorrei ringraziare tutti quelli che hanno speso parole bellissime per me. Sentirsele dire oggi qui, mi fa tornare in mente da dove sono partito e dove ho sempre saputo di voler arrivare. Per i ragazzi di oggi questo messaggio credo sia importante. Tutti devono credere nei propri sogni, come l’ho realizzato io, che non ho nulla di speciale rispetto agli altri, possono farlo tutti. Io da piccolo le partite le sentivo, perché non avevo possibilità di guardarle. E certe emozioni ti restano dentro.

Ora con la Lazio stiamo vivendo un momento di flessione, ma sono orgoglioso di quello che ha fatto la squadra fin qui, perché in 5 anni abbiamo raggiunto obiettivi importanti. La nostra è una famiglia, non solo una squadra, e dobbiamo stare uniti soprattutto in questi momenti. Abbiamo parlato col presidente in settimana e già da venerdì proveremo a rialzarci per continuare a guardare ai nostri obiettivi.

L’Europeo a giungo lo voglio fortemente come volevo fortemente questo premio. E ce la metterò tutta per raggiungerlo“.

Successivamente, a cerimonia conclusa, l’attaccante della Lazio si è intrattenuto ai microfoni dei cronisti presenti per rispondere a qualche domanda

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

🦅 👍🏼 ⚽ 💯 🇮🇹

Ruggero
Ruggero
1 mese fa

Grazie di tutto Ciro, uomo semplice, ragazzo del popolo, la tua grande umiltà ti ha portato sulla vetta, spero tu possa dare ancora tanto alla mia Lazio e festeggiare insieme qualcosa di importante, a te di raggiungere l’irragiungibile ed essere il primo Bomber della nostra storia.
Orgogliosi di te

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "rimpiazzato ovviamente da William Vecchi"

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Sono un laziale di Piacenza e ricordo i tuoi primi passi in biancorosso, poi nella prima squadra della capitale ci hai fatto tutti impazzire !!!! Col..."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"

#CountdownToHistory: Immobile torna al gol, doppietta contro il Benevento

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."
Advertisement

Altro da News