Resta in contatto

Rubriche

#ErcoLazio: cercare la soluzione, non il colpevole. Criticare si può, ma…

La situazione della Lazio è passata dalla esaltazione di sei vittorie consecutive a una sensazione di baratro dopo quattro sconfitte nelle ultime cinque partite.

Di Daniele Ercolani

Il tifoso è così: si esalta con poco, si demoralizza con ancora meno. Inutile nascondere che la batosta (parte prima) col Bayern, benché ampiamente prevista, ha tolto qualcosa in termini di sicurezza a squadra e ambiente, ma la chiacchiera quotidiana anti-Lazio sta inasprendo ulteriormente la pillola.

È vero, il tifoso non può risolvere il problema: può godere o polemizzare su quanto mostrato in campo. Dopo tanti anni di affiliazione e fiducia a giocatori e – soprattutto – al Mister, il tifoso Laziale però potrebbe gestire la situazione in modo diverso. Ovvero non tanto cercando il colpevole ma affidandosi a chi di fiducia se ne merita tanta, per risolvere la situazione, reagire e provare la rimonta. Inzaghi, Immobile, Milinkovic… il tifoso può mettersi nelle mani dei giocatori che fino a oggi hanno risolto tanti problemi per sperare di snodare anche questo.

Ciò non sta accadendo, anzi.

Inzaghi sui social viene attaccato e c’è chi spera in una sua sostituzione. Reina non va già più bene, Acerbi non è più affidabile e Tare “ha sbagliato tutto”: il disfattismo sta prendendo la larga sulla speranza, sulla fiducia. L’unico che sembra avere una immunità è invece Milinkovic: buon per lui, sperando che sia proprio lui a ritirare su la classica e il morale dei tifosi. Attenzione, non essere disfattisti non significa non poter criticare, tutt’altro. Ma tra dire che Immobile oggi segna poco, Inzaghi sia sembrato poco lucido e che Milinkovic tra Milano e Torino abbia fatto subire due gol è distante da cercare la testa del colpevole.

Speriamo che la Lazio si rialzi, i tifosi ritrovino l’entusiasmo del post derby e soprattutto che i top tornino al rendimento di prima. Purtroppo, sperare che la differenza la facciano i meno bravi è difficile e lo sappiamo bene. Confidiamo nei nostri calciatori migliori e nel Mister… in fondo siamo “solo” a meno 6 dall’Atalanta (con una gara in meno).

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
5 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Fabrix
Fabrix
1 mese fa

Caro Ruggero, io sapevo che proprio Geronzi non voleva far fallire la Lazio altrimenti non avrebbe potuto recuperare i crediti che vantava nei confronti della nostra squadra, proprio come oggi UNICREDIT fa nei confronti della Roma. La storia di Cragnotti dai tempi del gruppo Ferruzzi e’ tutto luci e ombre. Con le azioni della SS Lazio al tempo di Cragnotti realizzai una discreta perdita. Ma questi sono argomenti da non potersi affrontare su un blog di Calcio!!!

Ruggero
Ruggero
1 mese fa
Reply to  Fabrix

La storia di geronzi è un altra, certo non si può parlare qui,comunque siamo qui, non si può tornare indietro X me Lotito è il peggio che potesse capitarmi, non sa niente di sport, si atteggia a capisci one, è soltanto un uomo fortunato con conoscenze che gli hanno spianato la strada, ci rovinerà,si è salvato soltanto x merito di alcuni allenatori e x i soldi che gli fanno entrare i tifosi x essere il presidente della lazio, di suo non investe mai niente e non è capace neanche di trovarli i soldi, 4 coppette di 4/5 partite gli hanno… Leggi il resto »

Ruggero
Ruggero
1 mese fa

La Soluzione ci sarebbe se mettesse in vendita la Lazio ma lui la Lazio la usa x lui ed anche Tare ha imparato, il treno ormai è passato e la fortuna anche non sono stati capaci a prenderla, hanno preferito muriqi…. a provare di vincere lo scudetto, hanno messo il personale davanti al bene della squadra. Come vedi la soluzione c’è ma non lo farà mai xché non troverà mai nessuno che gli garantisce sicure le entrate che garantisce la lazio, nessuna azienda al mondo, tutto questo x merito nostro non certo suo che non è capace neanche di trovare… Leggi il resto »

Fabrix
Fabrix
1 mese fa

Personalmente trovo fastidioso i proclami del Mister e dei nostri giocatori a mezzo stampa o sui social che poi non corrispondono alla realta’ sul campo. Non e’ questione di disfattismo (termine che ricorda Caporetto o l’8 settembre 1943 e quindi mi pare non appropriato) o di critica. Siamo ben consapevoli che la Lazio ha fatto le classiche ‘nozze coi fichi secchi’ e di questo dobbiamo ringraziare tutti (Lotito in primis perche’ obbiettivamente ha fatto miracoli economici e non). Il grande Cragnotti ci ha fatto vivere delle imprese esaltanti e tuttavia stavamo fallendo nel 2004 (repetita juvant). Ora si chiede coerenza… Leggi il resto »

Ruggero
Ruggero
1 mese fa
Reply to  Fabrix

Cragnotti aveva incorporato la Lazio nella Cirio erano le Aziende di Cragnotti che finanzia año la Lazio, Lotito a parte i 26 milioni che tiró fuori quando prese la lazio non ha tirato fuori più un euro. Il fallimento della Cirio ha coinvolto anche la lazio ma ci sarebbe molto da dire, la lazio la voleva far fallire geronzi, cosa che non stanno facendo con Roma e Milan. Cragnotti è stato un grandissimo presidente, non dimenticare gli acquisti… Lotito solo uno sfruttatori, fortunato, egocentrico, presuntuoso, arrogante, antipático,ci usa x diventare consigliere, senatore ed andare sui giornali, della lazio e dello… Leggi il resto »

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "rimpiazzato ovviamente da William Vecchi"

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Sono un laziale di Piacenza e ricordo i tuoi primi passi in biancorosso, poi nella prima squadra della capitale ci hai fatto tutti impazzire !!!! Col..."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"

#CountdownToHistory: gol contro il Napoli, Immobile prosegue la scalata

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."
Advertisement

Altro da Rubriche