Resta in contatto

News

Bologna, Mihajlovic: “Lazio? Dobbiamo imporre la nostra mentalità. Si parte da 0-0”

Bologna, le parole del tecnico in conferenza stampa

Il Bologna domani ospiterà la Lazio nella ventiquattresima giornata di Serie A. Oggi il tecnico Sinisa Mihajlovic ha parlato in conferenza stampa:

LAZIO – “Sarà una partita aperta, vedremo cosa succederà. La sconfitta in Champions non cambierà né la loro mentalità, né la nostra. All’andata abbiamo perso con statistiche a nostro favore, sia in possesso palla che in tiri che in occasioni, ma hanno vinto loro. Dovremo fare la stessa partita. Hanno perso con il Bayern e qualche scoria può restare, si possono perdere certezze. Dobbiamo essere bravi ad imporre la nostra mentalità, senza fargli prendere coraggio. Hanno tutto, sono una squadra completo e non lo scopro io, ma tutte le partite partono da zero a zero”.

TIFOSI – “Sono sicuro che la gente ritornerà appena sarà possibile, è come quando riaprono i ristoranti e sono subito pieni. Se uno è abituato ad un certo tipo di vita, non può stare tanto senza. Quando ritorneranno i tifosi bisognerà vedere l’impatto sui giocatori, sarà lo stesso effetto di quando ci si è ritrovati con gli stadi vuoti”.

ARBITRI – “Oltre a dover sapere le regole, bisogna avere più empatia col campo, avere un rapporto più umano e spiegare le cose senza sentirsi superiori. Gestire una partita non è facile, ci sta sbagliare, a me per esempio è piaciuto molto Orsato quando ci ha arbitrato perché spiega in campo. C’è bisogno di rispetto da entrambe le parti, quando succede qualcosa io chiedo al quarto uomo e mi ci confronto, a parti inverse invece non è così. Quando gli arbitri dirigono in Europa lasciano più giocare, in Serie A invece spezzettano troppo il gioco e ammoniscono subito”.

TOMYASU – “Ha giocato tutte le partite, si è fatto male proprio quando abbiamo tre gare in una settimana quindi perdiamo sicuramente molto. Ci sono giocatori che possono sostituirlo. Recupero? Non faccio mica il medico”

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "rimpiazzato ovviamente da William Vecchi"

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Sono un laziale di Piacenza e ricordo i tuoi primi passi in biancorosso, poi nella prima squadra della capitale ci hai fatto tutti impazzire !!!! Col..."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"

#CountdownToHistory: Immobile colpisce anche il Cagliari

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."
Advertisement

Altro da News