Resta in contatto

News

Gregucci difende Signori: “Massacrato senza pietà, ora i media non ne parlano”

Gregucci, ex giocatore della Lazio e allenatore, ha commentato il trattamento riservato a Beppe Signori dai media

Non ci sta, Angelo Gregucci. All’ex giocatore della Lazio, attualmente allenatore, non va giù il trattamento riservato a Beppe Signori, martedì assolto in via definitiva da ogni accusa. E ne parla su Twitter, condividendo il seguente messaggio:

“Voglio difendere un mio ex compagno di squadra. Non capisco gli organi d’informazione: quando c’è da massacrare l’hanno fatto senza pietà. Ora – dice Angelo Gregucci – c’è da riabilitare l’uomo e non l’ho fanno. Sveglia Signori Beppe è stato assolto per non aver commesso il fatto”.
13 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
13 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Quando si tratta di massacrarci sono tutti in prima linea .

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

L’invidia è una brutta bestia. Da sempre la Lazio schiera i migliori attaccanti della serie A e tentano di distruggerli inutilmente. Da Piola a Chinaglia, da Giordano a Signori, da Salas a Casiraghi, da Ridle a Klose, da Vieri alla Scarpa d’Oro Immobile….e rosicano!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

E’ un indecenza il giornalismo d’oggi autentici sciacalli servi del potere senza un filo di professionalita’ pronti a sbrigarsi a sbattere il mostro in prima pagina quando gli fa’ comodo e poi ad ignorare la notizia che lo stesso sia stato assolto e ritenuto innocente vedi daltronde anche il caso Mauri ma solo perche’ fanno parte della Lazio ad altri avrebbero fatto titoloni purtroppo non succede solo nel calcio anche nella vita normale vedi il caso Gambirasi, hanno sentenziato su Bosetti quando ancora le prove sono in alto mare, il caso Cogne ,a suo tempo il caso Tortora sbattuto in… Leggi il resto »

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Qualcuno ha postato un titolo non ricordo di quale giornale “Assolto il giocatore del Foggia”
Da condannato indossava sempre la maglia della Lazio 😠

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

SI

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Se era di qualche altra squadra…..titoloni

Dirk
Dirk
1 mese fa

Una bella azione della SS Lazio sarebbe quella di integrare Signori nella Società e fargli svolgere una mansione a lui più congeniale.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Stampa e tv vergognosi come sempre non si smentisconi mai!!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Un classico

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Be questo sono o giornalisti del nord ancora stanno a parlare dei tamponi alla Lazio figurati che giornalisti sono

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Chiaro che non ne parlano, a quale maglia viene associato automaticamente Signori? Sono decenni e decenni che portano avanti il loro sporco lavoro

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

E segna sempre lui Beppe Signori grande bomber e capitano.👍

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

I vermi si nascondono

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "rimpiazzato ovviamente da William Vecchi"

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Sono un laziale di Piacenza e ricordo i tuoi primi passi in biancorosso, poi nella prima squadra della capitale ci hai fatto tutti impazzire !!!! Col..."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"

#CountdownToHistory: Immobile colpisce anche il Cagliari

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."
Advertisement

Altro da News