Resta in contatto

Oltre la Lazio

Inter, Conte: “Complimenti alla Lazio. Lukaku? Tutti devono sentirsi protagonisti”

Inter, Antonio Conte inizia la sua avventura alla guida dei nerazzurri

Inter, le parole del tecnico dopo la gara con la Lazio

A San Siro la sfida tra Inter e Lazio termina 3-1 per i nerazzurri con due gol di Lukaku, uno di Lautaro e uno di Escalante. A fine gara il tecnico Antonio Conte ha parlato ai microfoni di Sky:

LAZIO – “Complimenti ad Inzaghi, è una squadra che ci ha fatto sudare, è forte, veniva da 6 vittorie di fila, grande merito dei miei ragazzi”.

DERBY – “Siamo molto pronti, sarà una bella partita tra due squadre molto equilibrate”

LUKAKU – “Ha dato una grande risposta, così come tutta la squadra. Anche Lautaro, Perisic, Brozovic hanno giocato bene. E’ importante per lui dare risposte dopo qualche prestazione un po’ opaca. Dopo il derby di Coppa Italia c’erano strascichi. Capita di affrontare periodi di forma un po’ bassi, oggi è tornato e l’ha dimostrato alla grande: con molta cattiveria, attenzione e piglio”.

ERIKSEN – “Sta capendo bene cosa vogliamo noi da lui, il fatto che abbia giocato le ultime due sono un bel segnale. Tutti devono sentirsi protagonisti, tutti sono utili. Le risposte arrivano da tutti, da chi inizia, da chi entra e da chi ha appena recuperato come Vecino. Dobbiamo lavorare con l’unico obiettivo di rendere orgogliosi i tifosi. Ruolo? Io pendo che lui abbia avuto dei problemi di ambientamento, nel capire il calcio italiano che è molto difficile perché molto tattico e tanto intenso. Adesso ha iniziato a capire e ad entrare dentro determinate situazioni, noi abbiamo provato in molte occasioni ad inserirlo anche a livello tattico, ora lui viene verso di noi. Ha iniziato ad imparare l’italiano ed è un plus, ha una gamba più rabbiosa rispetto a prima, è un’arma in più”.

PERISIC – “Anche con lui, come con Eriksen, il tempo è stato galantuomo. Ha imparato un nuovo ruolo con tanto lavoro e tanta comunicazione. Può fare bene entrambe le fasi, può esprimere ancora tanto. Non ha sbagliato nulla, ha grandi doti. Sono contento per lui che è ritornato qui dopo il prestito. In alcune occasioni abbiamo dovuto fare di necessità virtù e con lui è stato molto facile perché si è messo a disposizione”.

UOMO PARTITA – “Sarebbe difficile anche per me dare la palma del migliore in campo. L’importante è la vittoria della squadra. Oggi deve essere un punto di partenza e non d’arrivo”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Sono un laziale di Piacenza e ricordo i tuoi primi passi in biancorosso, poi nella prima squadra della capitale ci hai fatto tutti impazzire !!!! Col..."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"

#CountdownToHistory: Immobile colpisce anche il Cagliari

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."
Advertisement

Altro da Oltre la Lazio