Resta in contatto

L'angolo dell'avversario

La penna in trasferta, Belotti (calcioatalanta.it): “In Coppa rivalsa della finale del 2019”

Seconda trasferta in pochi giorni della Lazio a Bergamo. Ne abbiamo parlato con con Marina Belotti, di CalcioAtalanta: “La Dea vuole ripetersi domenica”.

Di Chiara Hujdur

In vista del secondo impegno settimanale contro l’Atalanta, Marina Belotti, penna di calcioatalanta.it, ci svela gli umori in casa neroazzurra nei giorni successivi all’approdo alla semifinale di Coppa Italia e come gli uomini di Gasperini si stanno preparando a sfidare nuovamente i biancocelesti in campionato.

 Qual è lo stato d’animo della piazza dopo l’approdo alle semifinali di Coppa Italia?

C’è grande entusiasmo, Bergamo crede molto nel prosieguo del cammino in Coppa e vorrebbe sollevare al cielo un trofeo che in bacheca manca dal 1963; sarebbe il coronamento del percorso europeo intrapreso con mister Gasperini. Inoltre, la finale del 15 maggio 2019 è rimasta molto indigesta e c’è un senso di rivalsa dopo la vittoria contro la Lazio”.

In che modo la gioia di mercoledì potrà influire sull’approccio mentale alla sfida di domenica?

Sì, lo spogliatoio ha il morale alto e dopo questo trionfo è cresciuta la consapevolezza nella forza di tutto il gruppo squadra, dato che mercoledì hanno giocato anche le seconde linee. La banda di Gasperini ha capito come far male alla formazione di Inzaghi e adesso vuole ripetersi in campionato per continuare il filotto positivo e tenere distante a -5 una diretta concorrente alle prime quattro posizioni Champions della classifica“.

 Che novità di formazione si attendono rispetto alla partita di Coppa Italia?

Torneranno in campo tutti i titolari che mercoledì hanno riposato almeno un tempo, a cominciare da Josip Ilicic e Duvan Zapata, in coppia nel tridente guidato da Matteo Pessina, di nuovo sulla trequarti. A centrocampo dal 1′ ci sarà Marten de Roon, mentre in difesa svetterà il muro granitico formato da Toloi, Romero, Djimsiti. L’unica eccezione riguarda l’out di sinistra, con Gosens fuori per squalifica: al suo posto il giovane bergamasco della Primavera Matteo Ruggeri“.

 Il giocatore neroazzurro da tenere maggiormente d’occhio domenica?

Sicuramente Josip Ilicic, fresco dei 33 anni compiuti oggi, ha ritrovato da poco l’apice della forma fisica collezionando assist, gol e ottime prestazioni, e se è in giornata con i suoi dribbling e tiri mancini può ubriacare chiunque tenti di fermarlo“.

 Da tempo l’Atalanta è una squadra in progressiva crescita, ormai stabilmente ai vertici della classifica. Come sono cambiate le aspettative della piazza negli anni?

La piazza resta umile e con i piedi per terra perché ricorda i lunghi anni in Serie B, e anche in C1, e le lotte salvezza all’ultimo respiro. Dall’altra parte però si sta rendendo conto che l’esperienza europea non è frutto di un’impresa, ma è ormai un progetto consolidato grazie al ciclo portato avanti negli anni da mister Gasperini. Per questo il popolo nerazzurro ambisce a rimanere in Champions League, sia quest’anno il più a lungo possibile, sia la prossima stagione. Lo scudetto, per l’Atalanta, è l’accesso all’Europa più bella”.

 

Leggi anche:

La penna in trasferta, Hujdur (Sololalazio.it): “Dea e Aquila in lotta per la Champions fino all’ultimo”

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Avevo 12 anni ero uno che quando segnava chinaglia urlavo e piangevo di gioa ,avevamo vinto due anni prima lo scudetto e appena quattro anni prima ero..."
Lazio, i Miti: Giorgio Chinaglia

Giorgio Chinaglia, il grido di battaglia: rievoca le gesta di Long John

Ultimo commento: "rimpiazzato ovviamente da William Vecchi"

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Sono un laziale di Piacenza e ricordo i tuoi primi passi in biancorosso, poi nella prima squadra della capitale ci hai fatto tutti impazzire !!!! Col..."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"

#CountdownToHistory, Immobile aggancia Piola. Anzi no…! Ecco quanto manca

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Advertisement

Altro da L'angolo dell'avversario