Resta in contatto

L'angolo dell'avversario

La penna in trasferta, Signorelli (CalcioAtalanta): “La Dea vuole riprendersi ciò che è sfumato due anni fa in finale”

Lazio - Atalanta, parola dell'ex Garlini: "Partita importante"

Abbiamo parlato della trasferta della Lazio a Bergamo con Giordano Signorelli di CalcioAtalanta che ci ha introdotto alcuni temi caldi in casa della Dea.

Doppio confronto cruciale quello tra Atalanta e Lazio in questa settimana. A cominciare dalla sfida dentro-fuori ai quarti di Coppa Italia domani pomeriggio. Entrambe le gare si giocheranno a Bergamo e a fare gli onori di casa, introducendoci ai temi caldi per i nerazzurri, c’è il collega di calcioatalanta.it Giordano Signorelli.

Considerando anche il vantaggio del fattore campo e il lato del tabellone di Coppa Italia sulla carta più abbordabile che, eventualmente, spianerebbe il cammino verso la finale, quella di domani può essere una grande occasione di rivincita dopo la sconfitta del 2019?

Indubbiamente ogni volta che Atalanta e Lazio si affrontano, la mentre indietreggia a quella finale poi vinta dai biancocelesti e in cui la direzione arbitrale non fu all’altezza dell’evento. Quindi è chiaro che dal fronte nerazzurro ci sia quella voglia di andare a riprendere quel qualcosa sfumato di un niente due anni fa e che manca dagli anni sessanta. La gara secca lascia i giochi aperti ad ogni risultato, ma vincendo si è già a un passo dalla finale. Direi che l’opportunità è ghiotta per entrambe“.

L’Atalanta è un esempio di società virtuosa. Ha uno stile di gioco considerato da molti spettacolare. Ora è il momento di riempiere la bacheca con qualche trofeo per affermarsi definitivamente tra le grandi del calcio?

Le cosiddette Coppe del bel gioco, del post-covid (come le ha ribattezzate qualcuno con ironia), del miglior attacco e via dicendo fanno piacere perché significa che la squadra sta lavorando bene. Ma, anche dopo poco tempo, nessuno si ricorda più del gioco spumeggiante o dei bei gol, della semifinale di Champions sfiorata. Nella mente rimangono impresse le vincitrici di scudetti e Coppe, pertanto sarebbe bello che il ciclo di Gasperini portasse in dote un qualcosa di tangibile, come la Coppa Italia. Altrimenti esiste il rischio che questa parentesi, bella e spettacolare, rimanga incompiuta nonostante i grandi traguardi raggiunti“.

Quali possibili sorprese tattiche in campo dovrà temere di più la Lazio domani?

Non credo ci saranno grosse sorprese. Sappiamo che Hateboer e Pasalic non figureranno fra i convocati, mentre per il resto ci sarà qualche rotazione, ma nulla più. Maehle a destra, magari un cambio nelle retrovie lasciando a riposo uno fra Toloi e Djimsiti, un avvicendamento in mezzo con uno fra de Roon e Freuler in panchina e forse Muriel dal primo minuto“.

Il tifo atalantino come ha affrontato la vicenda Gomez?

Sono state settimane in cui si è chiacchierato molto, forse troppo. A conti fatti, in pochissimi conoscono con precisione tutti gli eventi che poi hanno portato a questa separazione. I tifosi sono ovviamente dispiaciuti: è risaputo che anche le storie belle prima o poi sono destinate a una conclusione, ma nessuno avrebbe immaginato una rottura di questo tipo. Dal mio punto di vista, essendo anche tifoso oltre che opinionista, non posso che ringraziare il Gomez calciatore per tutto quello che ha dato in campo. Se l’Atalanta è arrivata così in alto, c’è anche tanto merito del numero 10. Certo, dispiace parecchio vederlo andare via così senza sapere le reali motivazioni, ma forse è meglio così. Ricordiamolo per quello che ha fatto in campo e non per qualche eventuale errore commesso fuori“.

 

Leggi anche:

Penna in trasferta – Tommaso Fefè (SololaLazio.it): “Lazio in ripresa. Inzaghi gestirà le forze”

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Daje Lazio 💪

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Forza Lazio

Advertisement

I MITI BIANCOCELESTI

Il leader carismatico della squadra che regalò ai tifosi il primo scudetto nel 1974

Giorgio Chinaglia

Il simbolo della Lazio. Un gol dopo l'altro, una prodezza dopo l'altra

Giuseppe Signori

Advertisement

Signori, e segna sempre lui: che ricordi hai di Beppe-gol?

Ultimo commento: "Sono un laziale di Piacenza e ricordo i tuoi primi passi in biancorosso, poi nella prima squadra della capitale ci hai fatto tutti impazzire !!!! Col..."

Addio Pablito: se ne va un altro simbolo del calcio

Ultimo commento: "Grande campione!"

#CountdownToHistory: Immobile colpisce anche il Cagliari

Ultimo commento: "Secondo me l'unico dubbio e' se Ciro , Silvio Piola , lo raggiunge in questo campionato 2020-2021 o nel prossimo 2021-2022"
Lazio, Tommaso Maestrelli

Lazio, oggi la ricorrenza della scomparsa di Maestrelli

Ultimo commento: "Ciao MAESTRO, con gli anni che passano aumenta sempre più il rimpianto di averti perso troppo presto. Da lassù, guida Simone."
Advertisement

Altro da L'angolo dell'avversario